PROCESSO AL LICEO CLASSICO.PER ALCUNI E’ INIQUO ED INGANNEVOLE,PER ALTRI SENZA CULTURA UMANISTA PERDIAMO LA MEMORIA. ECCO IL VERDETTO.

A Torino,al teatro Carignano, voglio ricordare, tre anni fa, si  consumò “il Processo al liceo classico”.Per il pubblico ministero Andrea Ichino il liceo classico “è ingannevole,iniquo e causa del ritardo italiano nella mobilità sociale.” Accuse a cui  rispose il semiologo e scrittore Umberto Eco:”senza cultura umanista perdiamo la memoria e viviamo concentrati sul presente.Con le conseguenze che sappiamo.”
Il processo,presieduto con equanime maestria da Armando Spataro,procuratore della Repubblica di Torino si è risolto con l’assoluzione piena dell’imputato, perchè “il fatto non sussiste.” Partita chiusa?
No,perchè il Liceo,anche lo Scientifico dovrebbe essere riformato al più presto per rispondere alle grida di dolore e di richiamo al cambiamento di insegnanti e studenti. Chi sceglie il Classico lo fa per avere strumenti migliori,per avere una cultura umanistica,essere educato alla cultura della creatività,al senso della democrazia e della partecipazione. “Gli studi classici producono cittadini pericolosi” scriveva Tocqueville.
Chi conosce bene la storia è un sovversivo per il governo in carica,erano le preoccupazioni degli imperatori nella Cina,prima e dopo Cristo. Insomma al di là delle lingue “morte del latino e del greco” la posta in gioco è il sapere storicoe filosofico. I giovani “imbevuti” di studi classici preparano meglio la rivoluzione sociale,quelli dello scientifico reagiscono meglio alla crisi economica.
Negli altri paesi europei non è così,in Francia e Germania il liceo classico è abolito. Ma forse oltre che a difendere “il Classico” occorre introdurre per tutti i cinque anni almeno una lingua straniera,la storia dell’arte e lasciare la possibilità agli studenti di scegliere, un pò alla volta, quali corsi e materie frequentare.Non un menù scolastico fisso,ma “à la carte”.
Qualcuno propone l’abolizione del liceo scientifico e la nascita di un’unica scuola,umanistica e scientifica.
Per la cronaca ,la sentenza dell’assoluzione del Liceo classico è arrivata dopo un’ora.

Le riforme della scuola, malgrado le esperienze, non arrivano nemmeno dopo anni!

Previous GENTILONI: " NON SIAMO PIU' IL FANALINO DI CODA IN EUROPA. IL PAESE SI E' RIMESSO A CRESCERE, ANCHE SE QUESTA CRESCITA NON HA RISANATO LE CICATRICI DELLA CRISI"
Next Ripescaggio Italia ai Mondiali, spunta l'ipotesi: un articolo del regolamento lo prevede .

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

IN AUTUNNO INIZIERANNO I CORSI DI UNA SCUOLA DI RESTAURO NELLA REGGIA DI CASERTA

Prossimanente alla Reggia di Caserta aprirà la sede secondaria dell’Accademia a Caserta, scuola che rilascia a Napoli il diploma accademico di secondo livello di durata quinquennale in Restauro che abilita

Officina delle idee

UN TIMER PER GLI ADOLESCENTI NELLA NAVIGAZIONE ON LINE PER GESTIRE IL “WEST” SELVAGGIO DI INTERNET

Un timer per gli adolescenti, infatti il governo britannico pensa a dare  un limite di tempo all’uso dei social media da parte degli adolescenti: lo riferisce il ministro per la digitalizzazione Matt Hancock

Officina delle idee

Il Comitato per la salvezza dei bambini di Napoli. Presentazione del libro di Giulia Buffardi

Sabato 18 maggio, alle ore 18:00, presso la Galleria “Il Sipario” [Via Vittorio Emanuele II, n. 6, Giulianello di Cori (LT)] verrà presentato il libro di Giulia Buffardi, “Il Comitato per la

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi