PROGETTO PERIPLO DELLA RETE CAMPANA: MIGLIORA IL RAPPORTO PAZIENTI E ONCOLOGI

La creazione del progetto Periplo sulle reti oncologiche regionali. Un progetto in fase avanzata in Campania, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria, Liguria, Puglia e nella provincia autonoma di Trento in cui sono stati già strutturati percorsi avanzati con vantaggi, rispetto alle regioni che sono rimaste al palo, ben visibili. Dove la rete oncologica ha preso il via, i pazienti colpiti dal cancro possono accedere alle cure migliori, senza spostarsi dal proprio domicilio, con trattamenti uniformi sul territorio ed evidenti sinergie e meno sprechi di risorse per il sistema sanitario.Si prevede maggiore, omogeneità, migliore qualità dell’assistenza e delle cure grazie a un più facilitato utilizzo dei farmaci innovativi, diminuzione delle migrazioni tra le regioni, soprattutto dal Sud al Nord, riduzione delle liste d’attesa, aumento della sopravvivenza e delle guarigioni.

Previous SERIE A , TRE PUNTI DI PENALIZZAZIONE AL CHIEVO
Next FERMARE L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ?COME ,DOVE ,QUANDO E PERCHE'

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Sequestrate sei slot illegali dalla Guardia di finanza

Sei “New slot” illegali con il denaro contenuto all’interno, sono stati sequestrati a Corigliano Rossano dalla Guardia di finanza che ha denunciato una persona con l’accusa di frode informatica .

Qui ed ora

Continuare il lavoro di Matteo Renzi anche a livello locale

Di Pierluigi Melillo Dal trionfo alle Europee al mezzo flop alle amministrative. L’imprenditore Silvio Sarno, trascinato dalla passione per la politica fin dentro l’assemblea nazionale del Pd, guarda alle aride

Qui ed ora

EX premier Matteo Renzi attacca:” Quando si vince, si vince. Quando si perde, si ammette. Punto”

Matteo Renzi nella sua e-news su Facebook commenta i risultati del voto degli iscritti al Pd che gli hanno dato una  maggioranza schiacciante delle preferenze. L’ex premier, stando ai dati

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi