QUESTIONE MIGRANTI , ALFANO :” BISOGNA SOSTENERE I PAESI CHE OSPITANO I RIFUGIATI “

“L’Italia intende fare la propria parte nel sostegno ai migranti finanziando nei paesi d’origine e di transito programmi per l’assistenza.Serve un più forte sostegno a i paesi che ospitano rifugiati, come Giordania e Iraq. Ma anche nei confronti di quei paesi che accolgono i migranti in transito, come il Niger”. Così si è espresso  il ministro degli Esteri Angelino Alfano durante la presentazione del rapporto annuale del World Food Programme.

“La nostra strategia-ha continuato Alfano- punta al canale umanitario ma anche al ‘Fondo Africa’ che prevede 200 milioni di euro di stanziamento e ha reso possibili gli accordi migratori e una maggiore cooperazione con Libia, Niger e Sudan”. I risultati-conclude il ministro degli esteri- li abbiamo già visti questa estate. In genere nei mesi caldi i flussi aumentano: nel maggio 2016 c’erano 70 mila migranti provenienti dal Niger”

Previous CATALOGNA: SUL TAVOLO LA POSSIBILITA' DI APPLICARE L'ART 55 DELLA COSTITUZIONE CON LA SOSPENSIONE DELL'AUTONOMIA CATALANA
Next NAPOLI: LOCALIZZATO E ARRESTATO L'ELEMENTO DI SPICCO DEL CLAN DI LAURO, EMANUELE NIOLA LATITANTE DA MESI

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Istat, i nonni salvano oltre 7 milioni di famiglie dalla povertà

“Per quasi 7 milioni e 400mila famiglie con pensionati i trasferimenti pensionistici rappresentano più dei tre quarti del reddito familiare disponibile e nel 21,9% dei casi le prestazioni ai pensionati

Economia e Welfare

Verso il referendum di ottobre. Italia Dei Valori promuove un convegno a Napoli: le ragioni del si

Le ragioni del si al referendum sulla riforma costituzionale, previsto in autunno, saranno esposte in un incontro, promosso da Italia Dei Valori,  che si svolgerà venerdì prossimo, 16 settembre alle

Economia e Welfare

Conte: ‘La risposta dell’Ue sarà all’altezza’

“Oggi abbiamo compiuto un passo avanti. Sta maturando il giusto clima, convergente”: ha detto il premier a proposito del Vertice Ue. “Avremo un progetto di recovery fund che si collegherà

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi