Reddito di cittadinanza: stretta sugli stranieri

Diventa più complesso il percorso del reddito di cittadinanza per gli stranieri extracomunitari: la commissione Lavoro del Senato ha approvato un emendamento della Lega al decretone che vincola l’accesso alla presentazione di “certificazione” di reddito e patrimonio e del nucleo familiare rilasciata dallo Stato di provenienza, “tradotta” in italiano e “legalizzata dall’Autorità consolare italiana”. Esentati i rifugiati politici e chi proviene da Paesi dai quali non è possibile ottenere la certificazione. Il ministero del Lavoro avrà però tre mesi per stilare la lista di questi Paesi.

Intesa nella maggioranza sulle modifiche al decretone: M5S e Lega hanno ritirato circa la metà degli emendamenti presentati in commissione Lavoro al Senato. La Lega ha rinunciato ai diversi paletti al reddito, dal limite ai rinnovi del beneficio allo stop al doppio incentivo per chi assume al Sud fino all’aumento a 36 ore dei servizi socialmente utili per chi ha il beneficio. In casa M5S ritirate le proposte sulle sanzioni, sulla scala di equivalenza e sulla platea per il riscatto della laurea, temi su cui il governo ha però più volte detto di voler intervenire

Previous Vonn : "Dopo i Mondiali smetto"
Next Il viaggio senza tempo di Maison Manuele Canu

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Brasile: Bolosonaro è il nuovo presidente con il 55,7% dei voti

Dopo lo scrutinio dell’88,45% dei voti nel ballottaggio delle elezioni presidenziali in Brasile, Jair Bolsonaro risulta vincitore con il 55,7%, contro il 44,30% ottenuto da Fernando Haddad.  La quarta democrazia

Qui ed ora

Vincenzo De Luca: “a Caserta iniziativa propagandistica, la Terra dei Fuochi è altrove. Investiamo 1 miliardo di euro nei rifiuti”

Non usa giri di parole Vincenzo De Luca che attacca frontalmente il Governo sulla questione rifiuti. “Abbiamo assistito ad una campagna di mistificazione e strumentalizzazione politica inaccettabile che crea un

Qui ed ora

Coronavirus, proroga divieti per i familiari di effettuare colloqui con i detenuti: l’appello dei Garanti Palma e Ciambriello

Appello del Garante Nazionale dei detenuti Mauro Palma e Comunicazione del Garante Campano dei detenuti  Samuele Ciambriello L’impatto che ha avuto nell’ultimo periodo la diffusione del contagio del Coronavirus nel

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi