REFERENDUM IN CATALOGNA: SONO CENTINAIA I CATALANI CHE OCCUPANO I SEGGI ELETTORALI PER IMPEDIRE LA CHIUSURA DA PARTE DELLA POLIZIA

I catalani, a centinaia,  hanno passato la notte nei seggi elettorali del referendum di domani in diversi centri civici e scuole per impedire che vengano chiusi dalla polizia.

L’occupazione dei seggi è avvenuta in forma pacifica, poichè gli occupanti, spesso studenti con i genitori, hanno organizzato attività di ogni tipo, tornei di scacchi, di calcio, proiezioni di film, concerti, esibizioni artistiche e sportive.  La polizia catalana, i Mossos d’Esquadra, è intervenuta però senza prendere  provvedimenti contro i presenti. Gli agenti hanno solo comunicato agli occupanti che devono lasciare i locali entro le sette di domenica, come ordinato dalla giustizia spagnola.

Il presidente catalano Carles Puigdemont, ha dichiaratoQuando alla nostra gente si impediva di esporre un cartello per ‘Più Democrazia’, o si arrestava un giovane che aveva una pagina web di informazione sul referendum, si proibivano riunioni o si violava la corrispondenza postale, pensavo che l’Ue tanto coraggiosa nel fare discorsi moralizzatori in altri punti del pianeta, avrebbe detto qualcosa. Sono molto deluso“.

Domenica ‘non ci sarà alcun voto’, manda a dire il governo Rajoy. In arrivo più di 10 mila agenti per blindare i seggi. Chiuso lo spazio aereo su Barcellona a voli privati e elicotteri fino a lunedì.

Il presidente catalano poi  ha esortato i catalani a “uscire di casa domenica determinati a cambiare la storia. Abbiamo un appuntamento con il futuro domenica, e anche lunedì, e tutta la settimana, perché cominceremo a camminare con passo fermo” come un paese “che vuole essere trattato come un paese normale“.

Previous DEBITO ITALIANO ,PADOAN :"SIAMO USCITI DALLA CRISI MA BISOGNA GUARDARE AVANTI "
Next MATTEO ORFINI:"DIECI ANNI. IL PD PER L'ITALIA. PARLIAMONE.DA OGGI AD ASSISI."

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

CAMORRA, ARRESTATO IN ROMANIA IL “RAGIONIERE” DEL CLAN LICCIARDI

I carabinieri della sezione Catturandi di Napoli, insieme alla polizia romena sono riusciti a catturare il “segretario” del gruppo camorristico dei Sacco-Bocchetti, legato al clan Licciardi e attivo tra Miano

Qui ed ora

Napoli: sparati 10 colpi di pistola nel centro storico

Sono trascorsi solo sette giorni dall’inizio dell’anno e già è tempo per la prima stesa nel cuore di Napoli. Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi all’alba in via

Qui ed ora

EMERGENZA MIGRANTI: LA FRANCIA HA DECLINATO L’INVITO DELL’ITALIA, PRONTA A FARLO ANCHE LA SPAGNA

La Francia ha detto no all’Italia. Il governo francese ha respinto la proposta italiana di accogliere nei propri porti i migranti salvati nelle acque internazionali dalle navi mercantili e da quelle

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi