RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA DENUNCIA CHOC DI UN CITTADINO SANNITA

Che la sanità campana non versi in condizioni ottimali, è purtroppo cosa triste e risaputa.

Ma che addirittura si neghi ai cittadini di poter usufruire di servizi in orari d’ufficio, ci sembra una cosa inaudita.

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia di Samuele, un cittadino sannita che nel pomeriggio di oggi, ha vissuto una situazione di disagio.

“Prendo due ore di permesso, per andare all’ Asl di Montesarchio in provincia di Benevento, ad effettuare la scelta del medico di base, visto che il tuo medico ha cessato la sua attività. Lo sportello all’ Asl è aperto dalle 15:30 alle 17:00. Arrivo alle 16:15 all’ Asl e mi sento dire che sono esauriti i numeri per l’attesa, visto e considerato che il dipendente alle 17:00 deve andare via ed ha quindi deciso che non bisogna più dare erogare numeri per l’attesa dopo le 16:00. Non ho parole”.

Una denuncia forte, che ci auguriamo possa arrivare a chi di dovere.

Nel 2017, non è immaginabile che accadano ancora episodi del genere.

Previous UNA PEDALATA IN MEMORIA DI GIUSEPPE PORRINO CON ARRIVO A PIETRELCINA
Next ITALIA , I CONVOCATI DI VENTURA: DA INSIGNE A BELOTTI . PRIMA CHIAMATA PER D’AMBORSIO ,MERET E SPINAZZOLA .

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

VINSANNIO FESTIVALART: IL PAESAGGIO VITIVINICOLO E’ UNA SFIDA DA AFFRONTARE INSIEME. UNA RIFLESSIONE SIGNIFICATIVA DAL CONVEGNO DELLE CITTA’ DEL VINO SANNITE!

 Forte partecipazione al convegno che si è tenuto lo scorso sabato al Castello di Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento, dove si è realizzato l’incontro tra le città del vino sannite che

Economia e Welfare

Sud Sudan: MSF cura più di 2700 persone subito dopo la violenza a Juba

Nella settimana successiva agli scontri a Juba, i team di MSF hanno curato più di 2700 pazienti in quattro cliniche della capitale del Sud Sudan. MSF sta anche fornendo acqua

Economia e Welfare

PALMA CAMPANIA, RIPRENDONO I LAVORI IN ZONA CASTELLO. IL SINDACO CARBONE:” GRANDE ATTENZIONE ALLE PERIFERIE”

Un’opera iniziata, ma rimasta ferma a causa del mancato pagamento alla ditta appaltatrice ad opera della Regione, del primo stato avanzato dei lavori. La situazione di stallo legato alla rete

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi