Ryanair: secondo bagaglio a mano si pagherà sempre

Ryanair cambia ancora la politica sui bagagli. Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come è invece oggi, ma si dovrà comunque pagare.

Le soluzioni saranno due: pagando il biglietto con il supplemento priority da 6 euro si potranno portare a bordo una borsa o uno zaino e il trolley, senza la priorità invece si potranno portare con sé solo borse e zaini e si dovrà comunque pagare l’imbarco del secondo bagaglio, anche se di dimensioni e peso ridotti (massimo 10 chili). Se il trolley verrà registrato al momento dell’acquisto del biglietto il costo sarà di 8 euro, successivamente sarà di 10 euro. Oggi si pagano 25 euro per imbarcare valigie di massimo 20 chili. L’obiettivo è quello di convincere i passeggeri a spedire il bagaglio per ridurre il più possibile i tempi di imbarco ed evitare ritardi nella partenza dei voli. Secondo quanto afferma la compagnia in una nota, il 60% dei viaggiatori non sarà interessato dai cambiamenti.

Previous NAPOLI , MARTEDI' LA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI :GLI AZZURRI PREPARANO LA TRASFERTA CONTRO LA SAMPDORIA
Next SALERNO ,ARRIVA LA QUINTA EDIZIONE DI COSMIC EDITION!

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Colloqui in carcere, Ciambriello: “Finalmente si riprende, proposte di prevenzione sulle baby-gang e inviti alla responsabilità”

  Il Garante dei detenuti della Regione Campania, Samuele Ciambriello, nella sua diretta Facebook affronta diverse tematiche attuali importanti. L’avviso di maggior rilievo è la ripresa dei colloqui in carcere, chiarendo che le

Economia e Welfare

CONTINUA LA FUGA DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO E AD AUMENTARE SONO SOPRATUTTO I GIOVANI

Continua e si rafforza la fuga degli italiani all’estero e ad aumentare sono soprattutto i giovani: oltre il 39% di chi ha lasciato l’Italia nell’ultimo anno ha tra i 18 e i 34 anni (+23,3%).

Economia e Welfare

Aspi, da privatizzazione 10 mld di utili

Quasi 9,5 miliardi di euro di utili negli ultimi 15 anni, da quando si chiama Autostrade per l’Italia. Oltre 10 miliardi dalla privatizzazione nel 1999. La gran parte dei quali

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi