Ryanair: secondo bagaglio a mano si pagherà sempre

Ryanair cambia ancora la politica sui bagagli. Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come è invece oggi, ma si dovrà comunque pagare.

Le soluzioni saranno due: pagando il biglietto con il supplemento priority da 6 euro si potranno portare a bordo una borsa o uno zaino e il trolley, senza la priorità invece si potranno portare con sé solo borse e zaini e si dovrà comunque pagare l’imbarco del secondo bagaglio, anche se di dimensioni e peso ridotti (massimo 10 chili). Se il trolley verrà registrato al momento dell’acquisto del biglietto il costo sarà di 8 euro, successivamente sarà di 10 euro. Oggi si pagano 25 euro per imbarcare valigie di massimo 20 chili. L’obiettivo è quello di convincere i passeggeri a spedire il bagaglio per ridurre il più possibile i tempi di imbarco ed evitare ritardi nella partenza dei voli. Secondo quanto afferma la compagnia in una nota, il 60% dei viaggiatori non sarà interessato dai cambiamenti.

Previous NAPOLI , MARTEDI' LA RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI :GLI AZZURRI PREPARANO LA TRASFERTA CONTRO LA SAMPDORIA
Next SALERNO ,ARRIVA LA QUINTA EDIZIONE DI COSMIC EDITION!

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

La risposta della Chiesa alle tragedie del mare, “Mediterraneo Mare Nostrum: Bilanci, testimonianze, prospettive”

A pochi giorni dall’ennesima strage che ha coinvolto centinaia di migranti, si svolgerà nel pomeriggio del 16 febbraio, alle ore 16.30, alla Stazione Marittima del Porto di Napoli (Sala Dione

Economia e Welfare

INDUSTRY 4.0: E’ STATO PRESENTATO IN CONFINDUSTRIA EMILIA IL PRIMO CASO ITALIANO DI FILIERA MANIFATTURIERA

E’ stato presentato, in Confindustria, il primo caso italiano di filiera manifatturiera 4.0, in Emilia Romagna, che punta a diventare il modello di punta, per le aziende. Bnl Gruppo Bnp

Economia e Welfare

L’ISTITUTO NAZIONALE PIZZA PRONTO PER UN NUOVO RECORD: 5MILA PIZZE IN 12 ORE

Deciso più che mai ad affermare il primato della pizza napoletana nel mondo e a farsi ambasciatore della maestria e della bravura dei pizzaioli napoletani. L’Istituto Nazionale Pizza (INP), presieduto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi