SALERNO ,ARRIVA LA QUINTA EDIZIONE DI COSMIC EDITION!

Giunto alla quinta edizione, quest’anno Foodstock si terrà il 1° settembre in una veste super stellare: COSMIC EDITION!

Un’edizione straordinaria che ci invita a vedere il nostro Pianeta per quello che è: un puntino prezioso nel cosmo. Foodstock è organizzato dalla Label Crossmediale XXXV, dal gruppo di ricercatori di RURAL HACK e dalla Residenza Rurale l’Incartata, nella bellissima comunità di Calvanico, nel cuore del Parco di Monti Picentini a pochi passi da Salerno.

Foodstock da anni celebra il meglio della produzione locale, coinvolgendo migliaia di giovani, senza l’utilizzo di prodotti alimentari industriali, bensì, cucinando piatti tipici della tradizione contadina con il meglio delle tipicità locali. Un invito a ricostruire un rapporto d’amore con il cibo di qualità e la sua storia, attraverso la musica, la festa, la convivialità: #foodlove appunto.

Un Rave Party Rurale, dove alla musica electro-digitale sarà affiancata una delle migliori droghe del cosmo: la Pasta al Pomodoro.

In un’ambientazione da FLUO Party, la giornata comincerà alle 16 con ospiti del calibro di:

  • Pierpaolo Capovilla, cantautore, bassista e attore italiano, fondatore degli “One Dimensional Man” e de “Il Teatro degli Orrori”. Ha svolto anche attività solista e collaborato con numerosi altri gruppi e progetti;

    Per Aspera Ad Astra, un viaggio multimediale con immagini inedite del cosmo di Giovanni Paglioli e con Marco Messina e Sacha Ricci, due storiche ed importantissime colonne dei 99 Posse;

  •  Maëlys, una delle punte di diamante della scena dream-pop-elettro italiana e definita “la Bjork italiana”;
  • Plastic Penguin, progetto elettronico di Luigi Ferrara coordinatore del collettivo Campania Elektronenklang e che presenterà un live set di kraut e komische music.

    Mihretu Ghide & Panacea
    , con Mihretu che è un autore, cantante e suonatore di krar originario della Eritrea sud-occidentale, rifugiatosi in Italia poco meno di dieci anni fa per sottrarsi alla dittatura nel suo Paese. La sua svolta arriva a Salerno, dove inizia gli studi, l’attività di mediatore culturale e quella di cantautore, in un incrociarsi di strade con i musicisti locali di estrazione world come Michele Longo e Casimiro Erario;

    EMIAN PaganFolk
    , una sintesi tra folk nordeuropeo e mediterraneo, un ammaliante canto che rapisce lo spettatore, accompagnandolo su cime innevate, in boschi incantati e lungo fiordi scandinavi, per ritrovare, infine, nell’io più profondo, un sentore arcaico e selvaggio che l’uomo ormai ha perso da tempo;

    Kole Laca
    , tastierista del gruppo “Il Teatro degli Orrori” e dei “2Pigeons”, ha suonato con tantissimi musicisti italiani ed internazionali come Roy Paci, Jino Touche, Miro’;
    infine SisterViolet from Bass Pirates Label Set feat. Natural Dub Killa e Roberto Legato Rob Perotti.
  1. Resident rural deeJay sarà l’incredibile Tony Ponticiello aka Mr.Time. A presentare l’intensa giornata cosmica di concerti e scambi culturali sarà Carla Paglioli.
    Il VJ set sarà affidato alle mani di Mlab.
Previous Ryanair: secondo bagaglio a mano si pagherà sempre
Next Crollo ponte. Toninelli in audizione: "Bisogna smettere di inseguire le emergenze e bisogna ricominciare a programmare gli interventi per evitare che eventi di questo genere vengano a determinarsi"

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Tour Spaccanapoli e spettacolo l’antica arte della posteggia napoletana

Conoscere una città significa apprezzarne tutti i singoli aspetti, quello storico, architettonico ma anche quello artistico. L’associazione Insolitaguida Napoli sempre alla ricerca di iniziative simpatiche per far conoscere la città

Officina delle idee

EMILIO DI MARZIO:”Il PD a Napoli è ai minimi termini di credibilità e di consenso..”

Abbiamo inanellato una sequela di errori da manuale, prima con diversi anni di governo insufficiente in regione e in città, poi con primarie velenose, una campagna poco appassionante e ora

Officina delle idee

A cosa serve davvero il Premio Nobel

Americani, norvegesi, giapponesi: i premi Nobel, come ogni anno, riuniscono gente da tutto il mondo e, nel bene e nel male, riescono sempre a far parlare di sé. Da qualche

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi