SALERNO, DUE DIPENDENTI DL DISTRETTO SANITARIO 68 DI GIFFONI SONO STATI DENUNCIATI PER AVER INIETTATO UN VACCINO SCADUTO

Sono stati  accusati di avere iniettato a un bimbo di 8 mesi un vaccino contro il meningococco di gruppo B ma scaduto, infatti  i carabinieri della Compagnia di Battipaglia (Salerno) hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Salerno due dipendenti del Distretto Sanitario 68 di Giffoni Valle Piana (Salerno), un medico e un’assistente all’infanzia, per somministrazione di medicinali scaduti.
I militari, in seguito alla segnalazione giunta lo scorso 18 gennaio alla Stazione Carabinieri di Giffoni Sei Casali da una coppia di coniugi del posto che avevano notato la data di scadenza di novembre 2017 sul bollino della vaccinazione apposto sul libretto del figlio di 8 mesi, si sono recati al poliambulatorio di Giffoni Sei Casali, dove era stato praticato al piccolo il vaccino riscontrando effettivamente che la confezione del farmaco utilizzato riportava quella data. I militari hanno così sequestrato una sola confezione scaduta: le altre, oltre un centinaio, sono risultate valide.

Previous FIGC :POSSIBILE ASSE TRASVERSALE TRA TAVECCHIO E LA LEGA DI SERIE A !
Next GENTILONI: " DOBBIAMO ESSERE MOLTO ATTENTI CON QUESTE ELEZIONI A NON INTERROMPERE IL PROCESSO DI RIFORME CHE ABBIAMO REALIZZATO NEGLI ULTIMI 5 ANNI"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

MACERATA: SPARI PROVENIENTI DA UN AUTO IN CORSA, FERITI DUE STRANIERI

Una serie di spari da un’auto in corsa hanno scatenato il panico a Macerata facendo alcuni feriti, tra cui due stranieri. I colpi di pistola sono partiti da un’Alfa Romeo

ultimissime

E’ STATA APERTA L’AMBASCIATA AMERICANA A GERUSALEMME, SONO 55 I MORTI E OLTRE 2.400 FERITI

Gruppi di dimostranti palestinesi hanno abbandonato la zona di confine con Israele e sono rientrati nelle città di Gaza con autobus messi a loro disposizione da Hamas. Lo riferiscono fonti locali

ultimissime

Blitz della polizia: arrestati 18 membri del clan Ligato tra Napoli e Caserta

Questa mattina i Carabinieri e la squadra mobile di Caserta hanno arrestato 18 persone tra Pignataro Maggiore, Capua, Sparanise, Vitulazio e Camigliano, tutte ai vertici oppure affiliati al clan camorristico

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi