SANDRA MILO: L’OMAGGIO A PINO DANIELE DEI PICCOLI INTERPRETI SUL PALCO DEL PIZZA VILLAGE

Grandi emozioni sul Palco del Pizza Village per la presenza di Sandra Milo che ha presentato lo spettacolo  “Pinuccio è” prodotto dala Jesce Sole e ideato da Gianni Simioli che ha voluto  sul palco del Pizza Village dieci giovanissimi nelle vesti di piccoli grandi  interpreti dei successi di Pino Daniele,  accompagnati dal Mestro Vincenzo Sorrentino e diretti dal soprano del Teatro San Carlo Miriam Artiaco 

 La presenza di un grande artista come Pino Daniele è ancora viva in questa città e il ricordo delle giovani generazioni attraverso il canto è un omaggio stupendo, carico di poesia” – ha affermato Sandra Milo che con emozione ha speso parole di grande ammirazione per Napoli – “Napoli è una città unica, come la voce di Pino Daniele che non dimenticheremo mai”.

In occasione di “Pinuccio è” il Gambrinus ha distribuito à gratuitamente 1000 “Pinucci”, il dolce creato proprio dallo storico Caffè Gambrinus che di solito sforna ogni anno in occasione del compleanno dell’artista e che si potrà gustare proprio durante lo spettacolo “Pinuccio è”. In questa occasione stata creata per Sandra Milo una pizza a lei  dedicata 

Previous G7, Trump: "La Russia dovrebbe rientrare nel G8". Il Premier Italiano Conte :"D'accordo con lui"
Next SERIE A , UN ANNO DI VAR :115 CAMBI E 35 RIGORI

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Quando gli amministratori spalano il fango…..

di Annalibera Refuto Abbiamo perso la cognizione del tempo. La colazione, il pranzo, la cena, la notte, i tempi scanditi dalla normalità, dalla consuetudine, è come se si fossero fermati

Officina delle idee

NAPOLI , STORIA DELLA ROTONDA DIAZ

Il 26 maggio 1936 fu inaugurato a Napoli il monumento equestre dedicato ad Armando Diaz, Duca della Vittoria, il generale artefice del successo italiano nella prima guerra mondiale. La statua

Officina delle idee

Festa del Tricolore, messaggio di Mattarella: “Da Reggio Emilia celebriamo la bandiera, simbolo di identità e cooperazione”

Il Tricolore nato a Reggio Emilia,in origine fu lo stendardo della Repubblica Cispadana, per poi ospitare lo stemma dei Savoia e infine convertirsi nella bandiera italiana nel giugno 1946 con

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi