SANTANCHE’: AIUTIAMO LE GIOVANI COPPIE INVECE DI DARE SOLDI AGLI IMMIGRATI

Anziché dare i soldi agli immigrati che ci costano 5 miliardi di euro, bisogna sostenere le giovani coppie che vogliono sposarsi perché in Italia c’è il problema della natalità. Nessuno fa più bambini e noi dovremmo fare un importante piano sulla natalità, perché oggi sposarsi e fare figli è diventato un lusso”. Queste le parole di Daniela Santanchè, premiata a Napoli con il premio Working Woman Award conferitole dall’Osservatorio Familiare Italiano, promotore e organizzatore di Tuttosposi. La senatrice ha ricevuto il premio dal patron Lino Ferrara e dal Dottor Roberto Anand Nisango Rinaldi e ha dichiarato: “Sono contenta di aver incontrato tanti giovani che vogliono sposarsi; c’è ancora tanta voglia di famiglia in Italia. E in una società in cui è tutto veloce ed effimero, vedere che a Tuttosposi vengono giovani che vogliono mettere su famiglia mi inorgoglisce. Anche perché se si distrugge la famiglia si distrugge la società perché la famiglia è il primo nucleo fondante della società e bisogna difenderla”. 

Simonetta de Chiara Ruffo

Previous ANCORA UNA AGGRESSIONE AL PERSONALE SANITARIO NUOVO CASO A MARCIANISE «E’ IMPORTANTE DENUNCIARE QUESTI EPISODI» ,L’APPELLO DELLA DOTTORESSA MARIA ERMINIA BOTTIGLIERI PRESIDENTE DELL’ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI-CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DI CASERTA
Next NAPOLI , LE PAROLE DI ROG :"SENTO LA FIDUCIA DI ANCELOTTI "

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

NO ALLA SPACCATURA IN DUE DELLA SINISTRA. SI COSTRUISCA UNA SOLA LISTA DI SINISTRA ADERENDO AL QUARTO POLO.

A settembre si faranno le liste in Sicilia per le regionali, e nel trimestre successivo si dovranno fare quelle per il Parlamento, dopo aver modificato la legge elettorale. Contestualmente si

Officina delle idee

A cosa serve davvero il Premio Nobel

Americani, norvegesi, giapponesi: i premi Nobel, come ogni anno, riuniscono gente da tutto il mondo e, nel bene e nel male, riescono sempre a far parlare di sé. Da qualche

Officina delle idee

Scorie nucleari, verso il Deposito unico nazionale

Per ben due volte negli ultimi trent’anni l’Italia ha detto “NO” all’energia nucleare: la prima con il referendum del 1987 e la seconda con quello del 2011. In questi 24

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi