Sant’Antimo: 3 arresti in vista delle elezioni comunali. Soldi in cambio di voti!

Soldi in cambio di voti! In vista delle elezioni comunali ,un sospetto via vai di persone viste entrare ed uscire da alcune abitazioni, i carabinieri a Sant’Antimo, hanno scoperto una banda in possesso di 321 tessere elettorali  a favore di un dei candidati: Antimo Alfè.

Basta davvero poco per ottenere il maggior numero dei voti, infatti in cambio di questi venivano offerti dai 30 ai 50€.Infatti a confermare questa versione, sono state le confessioni dei titolari delle tessere che hanno ammesso di aver consegnato il documeto elettorale  , impegnandosi a votare il candidato Alfè , ricevendo in cambio la cifra pattuita.

Sono tre le persone  incriminate dai carabinieri  che sono stati arrestati e sono momentaneamente al carcere di Poggioreale con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al conseguimento di vantaggi elettorali con promesse di denaro.

Il candidato in questione è appartenente a una civica di centrodestra in lizza per le amministrative a sostegno del candidato sindaco Corrado Chiariello, attuale vice sindaco di Sant’Antimo, che ha preso le distanze: “Gli arresti per compravendita di schede elettorali denotano un modo di fare vergognoso e criminale che nulla ha a che fare con la politica. Un modo delinquenziale, lontanissimo dalla mia idea di politica e di amministrazione della cosa pubblica”.

Previous Ciambriello:"La camorra è una macchina da guerra, c’è chi finge di non vedere, di non capire.Ripartiamo dai loro "bambini a metà".
Next "VIVA L'ITALIA, VIVA LA PIZZA MARGHERITA". IL RITORNO A NAPOLI DI EMANUELE FILIBERTO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

San Giorgio a Cremano. Coronavirus, riaprono le scuole per effetto del DPCM della Presidenza del Consiglio dei Ministri che detta linee guida per i comuni

San Giorgio a Cremano, 2 marzo 2020 – Il Governo, con il DPCM pubblicato oggi in “materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19” ha stabilito che cessano di produrre

Qui ed ora

Napoli, spari in un bar in pieno centro. Ferito dipendente

Paura in pieno centro a Napoli, nel popoloso quartiere di Montesanto, dove stamattina uno sconosciuto a volto coperto ha esploso alcuni colpi di pistola in un bar ferendo alle gambe

Qui ed ora

CAPRI , UN 15ENNE APPICCA UN INCENDIO

Diede fuoco a un cumulo di foglie secche con un accendino causando l’incendio di circa un ettaro di vegetazione del Monte Solaro, il punto più alto dell’isola di Capri. Un

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi