Sant’Antimo: 3 arresti in vista delle elezioni comunali. Soldi in cambio di voti!

Soldi in cambio di voti! In vista delle elezioni comunali ,un sospetto via vai di persone viste entrare ed uscire da alcune abitazioni, i carabinieri a Sant’Antimo, hanno scoperto una banda in possesso di 321 tessere elettorali  a favore di un dei candidati: Antimo Alfè.

Basta davvero poco per ottenere il maggior numero dei voti, infatti in cambio di questi venivano offerti dai 30 ai 50€.Infatti a confermare questa versione, sono state le confessioni dei titolari delle tessere che hanno ammesso di aver consegnato il documeto elettorale  , impegnandosi a votare il candidato Alfè , ricevendo in cambio la cifra pattuita.

Sono tre le persone  incriminate dai carabinieri  che sono stati arrestati e sono momentaneamente al carcere di Poggioreale con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al conseguimento di vantaggi elettorali con promesse di denaro.

Il candidato in questione è appartenente a una civica di centrodestra in lizza per le amministrative a sostegno del candidato sindaco Corrado Chiariello, attuale vice sindaco di Sant’Antimo, che ha preso le distanze: “Gli arresti per compravendita di schede elettorali denotano un modo di fare vergognoso e criminale che nulla ha a che fare con la politica. Un modo delinquenziale, lontanissimo dalla mia idea di politica e di amministrazione della cosa pubblica”.

Previous Ciambriello:"La camorra è una macchina da guerra, c’è chi finge di non vedere, di non capire.Ripartiamo dai loro "bambini a metà".
Next "VIVA L'ITALIA, VIVA LA PIZZA MARGHERITA". IL RITORNO A NAPOLI DI EMANUELE FILIBERTO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI, RAPINATI DUE TURISTI

Minacciati e feriti con un coccio di vetro e poi rapinati: vittime, a Napoli, una coppia di turisti francesi. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato, i due stamattina alle

Qui ed ora

IN VIAGGIO PER TERRENET CON GIANO

Giorgia Gomes ha 8 anni. Ad onta di origini italo-brasiliane ha sulla pelle l’impronta del Nord, riversatosi a più riprese nella storia e nella genetica dell’entroterra campano. Con lei si

Qui ed ora

LA DELEGAZIONE DI #UNPOPOLOINCAMMINO HA INCONTRATO IL PREFETTO DI NAPOLI

Venerdì 19 febbraio ‪#‎Unpopoloincammino ha incontrato il Prefetto di Napoli per presentare le proposte del movimento. All’incontro inizialmente non era presente il Prefetto, ma il capo di Gabinetto: abbiamo preteso di interrompere

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi