Saviano vs de Magistris: “Si specula sui problemi di Napoli”.

Scontro durissimo tra il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e Roberto Savaino.  Il casus belli è il commento dell’autore di Gomorra dopo il raid che due giorni fa ha portato al ferimento di tre senegalesi ed una bambina di 10. Parte così un botta e risposta sui social che infiamma il giorno dell’Epifania.

Roberto Saviano, in un’intervista su Repubblica, ha detto: “Napoli non è cambiata. Illudersi di risovere problemi strutturali urlando al turismo o alle feste di piazza è da ingenui. Nella migliore delle ipotesi. Nella peggiore diventa connivenza”.

“Stai facendo ricchezza sulle nostre fatiche”- risponde il primo cittadino, che prosegue – “mi occupo di mafie, criminalità organizzata e corruzione da circa 25 anni, inizialmente come pubblico ministero e oggi da sindaco. E ho pagato prezzi alti, altissimi.”

La replica dell’autore di Gomorra non si fa attende: “Lei mistifica la realtà, unico modo per evitare di affrontarla… al sindaco è infastidito dalla relatà, a lui non interessa la realtà, a lui interesse l’idea, quella falsa idea di una città in rinascita: problema non sono le vittime innicenti del fuoco  della camorra, problema è che poi Saviano ne parlerà”.

Si apre subito un lungo dibattito a suon di tweet e post su facebook che vede schierati due fronti, da un lato i sostenitori del sindaco di Napoli (“ho sempre diffidato dei professionisti dell’antimafia… io sto con de magistris” scrivono su Twitter)  e dall’altro quello di Saviano: “After living for under a Mafia death warrant Roberto Saviano is insulted by  Mayor de Magistris:  you sell book for money. Poor Italy” ha scritto Gianni Riotta.

Previous Lotteria Italia, stasera il sorteggio: 846mila biglietti venduti in Campania
Next DE MAGISTRIS-SAVIANO, LA POLEMICA INFINITA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

IL G7 DEI PARLAMENTARI EUROPEI A NAPOLI, DOPO QUELLO STORICO DI 25 ANNI FA, TAPPA ANCHE A POMPEI IN TRIBUTO DELLA STRAORDINARIA BELLEZZA DEL MEZZOGIORNO

Tappa campana per i Presidenti delle Camere dei paesi del G7, stasera saranno a Napoli e domani agli scavi di Pompei, infatti dopo quello storico di 25 anni fa con i

ultimissime

TERREMOTO D’ISCHIA:DUE MORTI,2600 SFOLLATI. BORRELLI(PROTEZIONE CIVILE):”CASE COSTRUITE CON MATERIALE SCADENTE.”

“Come mai tanti danni da un sisma di magnitudo 4.0? C’è un discorso di specificità dell’isola d’Ischia che è in area vulcanica. Quello che però ho potuto vedere oggi è

Qui ed ora

LUNGOMARE CHIUSO A POZZUOLI: TROVATO ORDIGNO RISALENTE ALLA 2 GUERRA MONDIALE

Chiuso questa mattina il lungomare di Pozzuoli, precisamente Via Napoli, per motivi puramente precauzionali. Un bagnante incuoriosito da un oggetto lungo la battigia luccicare, ha subito chiamato i carabinieri, che

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi