SCAMPIA: AGGUATO NELLA NOTTE, VIENE UCCISO CON DIECI COLPI DI ARMA DA FUOCO UN RAGAZZO DI 21 ANNI FIGLIO DEL BOSS NOTTURNO, DEL CLAN DEGLI SCISSIONISTI

Il quartiere di Scampia è di nuovo il protagonista di un nuovo agguato, infatti, la scorsa notte a Napoli, nel quartiere è stato ucciso con una decina di colpi di arma da fuoco il 21enne Nicola Notturno, figlio del boss Raffaele Notturno, dell’omonimo gruppo del clan degli Scissionisti. L’uomo, già conosciuto  alle forze dell’ordine, colpito in via Ghisleri, è morto mentre il servizio di emergenza 118 lo stava trasportando all’ospedale San Giovanni. Indagano, sul fatto, sia  gli agenti del commissariato di polizia di Scampia che quelli  della Squadra Mobile.Non si esclude l’ipotesi che l’omicidio sia maturato per una vendetta trasversale, visto che da due settimane Gennaro Notturno (detto Saracino), elemento di spicco del clan di Scampia e zio di Nicola, ha deciso di collaborare con gli inquirenti. Un ennesimo atto delittuoso che macchia ancora la periferia di napoli, il quartiere di Scampia, quartiere degradato e abbandonato al proprio destino.

 

Previous Benevento, l'imperativo è rialzare la testa dopo la debacle
Next COREA DEL NORD SI DICE VICINO ALLA FASE FINALE DI SVILUPPO DI UN MISSILE BALISTICO INTERCONTINENTALE ICBM, UN BOMBARDAMENTO STRATEGICO E' GIA' STATO SIMULATO

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Parte la riforma. Terzo settore: Ecco cosa cambia per enti e imprese. Il terzo settore cambia pelle.

Adesso il Terzo settore potrà cambiare pelle davvero. Perché ovviamente il via libera definitivo del Parlamento alla riforma era il completamento di un percorso ma, allo stesso tempo, era anche

ultimissime

Manovra, verso uno sconto spese per chi paga con la carta e via il superticket da luglio

Cambia il meccanismo di “cashback” studiato per premiare chi fa acquisti con carte e bancomat. La prossima Manovra potrebbe infatti introdurre il contrasto di interessi, con una detrazione ad hoc su una serie

ultimissime

CONTINUANO GLI ATTI DI VIOLENZA SULLE DONNE, NUOVO CASO IN CALABRIA

Ancora violenza sulle donne. La Polizia di Stato ha arrestato a Palmi un uomo di 35 anni con l’accusa di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni. L’arresto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi