SCAMPIA, LE VELE DIVENTANO LE “MOTRICI” DELL’ARTE

Scampia, quartiere degradato di Napoli, si trasforma divenendo arte da complesso architettonico, progettato  dall’architetto Franz Di Salvo tra il 1962 e il 1975, e ispirate alle famose unités d’habitation di Le Corbusier .

La mostra che rende omaggio a Scampia e alla sua gente è  “Matrici”  che si sviluppa attraverso il dialogo ravvicinato tra le tipiche raffigurazioni urbanistiche di Marco  Petrus, il progetto già presentato il 24 giugno scorso a Palazzo Zevallos Stignano, caratterizzate da un sempre maggior grado di sintesi compositiva, e la loro “traduzione” in puro elemento aniconico, che rievoca la musica, costituito da un incrocio di griglie colorate, di rimandi compositivi, di giochi di linee che richiamano, per assonanze, i toni e la tavolozza cromatica dei quadri figurativi dell’artista, quasi a ripeterne lo svolgimento e il complesso incrocio semantico, pur privato della “corazza” visiva della realtà.

Scampia, le Vele, la gente che la popola, che gira fra le strade della periferia maldestra di una Napoli che ce la sta mettendo tutta per rinascere, viene omaggiata e si rende arte, si rende cultura per la gente, Si trasforma in qualcosa di buono, di sano, di salutare, non si bagna nell’orrore della cronaca, della politica che a vuole sempre uguale a se stessa, relegata nella sua oscura fama.

Il quartiere rivive in “Motrici”, perchè quella struttura, quella architettura urbanistica per un tratto si riempie di fascino, di quella bellezza mai sostenuta, è diviene la motrice che da senso ad una città.

Previous Napoli; Pd, magliette gialle per “Napoli sì ma non cosi”
Next MITI DI NAPOLI: STORIA DI VIA TOLEDO

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

L’EUROPA AIUTA POMPEI A RISPLENDERE GRAZIE AI SUOI FONDI, CHE TRASFORMANO IL DEGRADO IN BELLEZZA

I fondi europei del ‘Grande progetto Pompei’ per il restauro e la messa in sicurezza sono ben spesi e il mondo prende lezioni. Otto anni fa il crollo della Schola

Cultura

LA “DEVOTA BELLEZZA” DI GIAN BATTISTA SALVI IN MOSTRA AD ANCONA

La “Devota Bellezza”, la mostra incentrata su Giovan Battista Salvi (1609-1685), detto il Sassoferrato, in corso fino al 5 novembre a Sassoferrato (Ancona) si impreziosisce di una nuova opera: una

Cultura

ANFITEATRO CAMPANO , SUONA LA BIG BAND DI PIETRO CONDORELLI

Domani , all’ Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, alle ore 21 si esibirà la “Feelix Big Band Caserta Jazz Orchestra” di Pietro Condorelli.  La location è davvero eccezionale, la

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi