SCAVI DI POMPEI: STORIA DELLA CASA DEL BRACCIALE D’ORO

Il grandioso complesso delle ville urbane dell’Insula Occidentalis è situato all’estremità occidentale della città antica su quattro terrazze affacciate  verso il mare.

Affreschi, mosaici, arredi costruiscono uno spazio dove si poteva sperimentare il piacere del vivere, immersi in una raffinata bellezza fatta di pitture con colti richiami letterari o che ritraggono lussureggianti giardini.

La Casa del Bracciale D’Oro deve il suo nome a un grande bracciale in oro dal peso di 610 gr. indossato da una delle vittime che tentava di fuggire. Il bracciale, in esposizione, è caratterizzato nella parte terminale da due teste di serpente affrontate che reggono tra le fauci un disco con il busto della dea Selene (Luna). La dea è una fanciulla con il capo coronato da una mezzaluna circondata da sette stelle e solleva le braccia per trattenere un velo rigonfio.La casa presentava un grande triclinio con raffinati affreschi come quello delle Nozze di Alessandro e Rossane e di Arianna e Dioniso a Nasso (qui esposti), che alludono al tema delle unioni matrimoniali felici. La famosa e grande parete affrescata con scene di giardino proveniente dalla casa del Bracciale d’Oro di Pompei, è invece eccezionalmente esposta all’Antiquarium di  Boscoreale, anche per esigenze di spazio, dopo il rientro dal Grand Palais di Parigi, dove è stata esposta  dal 15 marzo al 24 luglio 2017 in una mostra dal titolo “Jardins” assieme a  opere di Fragonard, Monet, Cézanne, Klimt, Picasso e Matisse.

Previous CHAMPIONS LEAGUE , NAPOLI : ULTIMO ALLENAMENTO PRIMA DELLA PARTENZA PER L'UCRAINA !
Next DI MAIO, NON SI MASCHERA PIU' :" SE I NOSTRI ISCRITTI VORRANNO INDIVIDUARE ME COME CANDIDATO PREMIER, IO CI SARO'. FAREMO LE VOTAZIONI LE PROSSIME SETTIMANE'"

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

IL RITRATTO DI UNA SPLENDIDA MATRONA, SEPOLTO SOTTO LA CENERE DEGLI SCAVI ARCHEOLOGICI DI ERCOLANO VIENE ANALIZZATO CON UNA NUOVA TECNICA A RAGGI X

Il ritratto di una matrona di Ercolano, bellissima , truccata con un po’ di terra sulle gote e con dei punti luce intorno agli occhi, riprende luce  grazie alla nuova tecnica

Approfondimenti

COSA SI DEVE SAPERE SUL MIDOLLO OSSEO E SULLA POSSIBILITA’ DI DONARLO. L’INTERVISTA.

Dipartimento di Ematologia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II: Claudio Cerchione, specialista ematologo, ci spiega cosa un cittadino italiano deve sapere sul midollo osseo e sulla possibilità di donarlo.

Approfondimenti

VIDEO: IL CONSOLE U.S.A. BARROSSE LASCIA NAPOLI, LACRIME IN DIRETTA AL TGR

Napoli è così. Napoli ti accoglie, Napoli ti abbraccia, Napoli ti fa sentire a casa. Quando impari a volerle bene non vuoi più lasciarla. Ed è quello che è successo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi