Scienziati cinesi: “Il coronavirus è uscito da un laboratorio vicino al mercato di Wuhan”

Uno studio prodotto da alcuni scienziati della South China University getta nuove ombre sulle prime fasi di diffusione del coronavirus. Secondo fonti ufficiali, il virus sarebbe stato trasmesso all’uomo da pipistrelli contaminati venduti in un mercato del pesce di Wuhan, I biologi Botao Xiao e Lei Xiao, nel loro rapporto, hanno invece scritto che il coronavirus avrebbe avuto origine in un laboratorio vicino al mercato della città epicentro dell’epidemia.

Gli scienziati hanno contestato la versione ufficiale secondo la quale l’agente patogeno si sarebbe trasmesso direttamente dai pipistrelli all’uomo in quanto la probabilità che questi animali potessero volare sopra il mercato era “molto bassa”. Inoltre, come risulta dalle testimonianze, il pipistrello non sarebbe un cibo venduto in città e in particolare in quel mercato.

Così i ricercatori hanno analizzato l’area circostante al mercato e hanno identificato due laboratori che conducono ricerche su pipistrelli e agenti patogeni. Il più vicino, il Wuhan Center for Disease Control and Prevention, si trova a soli 280 metri dal centro di diffusione del virus. In passato uno scienziato che lavora in quel laboratorio ha riferito di essere stato attaccato dagli stessi pipistrelli due volte e, conoscendo l’estremo pericolo della possibile infezione, si è messo in entrambe le occasioni in quarantena volontaria per 14 giorni. Secondo gli scienziati, dunque, “è plausibile che il virus sia trapelato dal laboratorio e abbia così contaminato i pazienti iniziali, anche se in studi futuri saranno necessarie solide prove”.

Ma non è finita qui, perché gli stessi studiosi della South China University hanno analizzato anche la possibilità che il coronavirus sia fuoriuscito da un secondo laboratorio, posto a 12 chilometri di distanza dall’ormai noto mercato del pesce di Wuhan. In un recente studio, si evidenziava come al suo interno gli scienziati stessero testando un particolare virus sui pipistrelli, partendo dalla primordiale Sars. E secondo quanto pubblicato dal pool di ricercatori, questo derivato potrebbe essere trapelato dal laboratorio.

 In attesa di maggiori evidenze lo studio si conclude con un avvertimento: “Potrebbe essere necessario rafforzare i livelli di sicurezza nei laboratori a rischio biologico ad alto rischio, che potrebbero essere trasferiti lontani dai centri urbani e da altri luoghi densamente popolati”.

Previous Cadavere abbandonato in strada davanti all'ospedale di Benevento:
Next Morto di anoressia a 20 anni, la denuncia dei genitori: "In Italia mancano le strutture, ci hanno lasciati soli"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Carcere di Poggioreale.Sopralluogo dei deputati Paolo Siani, Michela Rostan e del consigliere regionale Bruna Fiola. Il Garante Ciambriello.”Serve riforma strutturale.I detenuti protestino pacificamente.”

Questa mattina una delegazione formata da parlamentari ed esponenti del Consiglio regionale campano, accompagnata dal Garante dei detenuti della Regione Campania, Samuele Ciambriello, si è recata al carcere di Poggioreale

ultimissime

Il Garante Ciambriello in visita al padiglione dei detenuti presso il Cardarelli denuncia ritardi e inadempienze.

Il Garante campano delle persone private della libertà personale Samuele Ciambriello si è recato oggi in visita al padiglionre Palermo presso l’ospedale Cardarelli di Napoli dove sono ricoverati-rinchiusi 12 detenuti

ultimissime

ATTIVISTI M5S ESPULSI DI NAPOLI:”DICHIARIAMO RESPONSABILE POLITICO ROBERTO FICO E NE CHIEDIAMO LE DIMISSIONI”

Gli attivisti napoletani espulsi dal “Movimento 5 stelle” e reintegrati a seguito dell’ ordinanza numero 15161/2016 del Tribunale di Napoli si sono riuniti a Napoli, presso la sala conferenze del

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi