Scioperi, settimana nera per i viaggiatori: mercoledì si fermano i treni e mezzi pubblici, venerdì gli aerei

Sarà una settimana all’insegna dei disagi per i viaggiatori italiani. Dopo l’avvio disastroso di lunedì 22 luglio, con la circolazione ferroviaria in tilt per l’incendio al nodo di Firenze, le cose non miglioreranno nei giorni successivi. Per mercoledì 24 luglio infatti i sindacati hanno proclamato lo sciopero generale dei trasporti, del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi e autonoleggio, mentre venerdì 26 luglio a fermarsi sarà il settore aereo. Uno stop deciso dagli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte ‘Rimettiamo in movimento il Paese’ indirizzata al Governo”.

“Per la prima volta nella storia più recente”, afferma il segretario generale della Filt Cgil Stefano Malorgio, “il Governo che si contraddistingue per l’assenza di risposte strategiche, non ha mai convocato le organizzazioni sindacali e lo ha fatto solo per sporadici incontri per la gestione delle singole crisi”. “A seguito di questo bisogno di scelte”, chiede il dirigente nazionale della Filt Cgil, “si deve aprire un confronto punto per punto su infrastrutture, politica dei trasporti e regole ed arrivare alla sottoscrizione di un Patto per i Trasporti che parta dall’aggiornamento del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica e che tenga conto delle esigenze di mobilità di persone e merci”.

Gli orari dello sciopero del 24 luglio – Mercoledì incrocia le braccia la milanese Atm: l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle ore 18 alle 22. Stop anche a Roma per l’Atac dalle ore 12.30 alle ore 16.30. Durante lo sciopero, fa sapere la societànon sarà garantito il servizio sull’intera rete Atac, non sarà garantito il servizio delle biglietterie, nelle stazioni delle linee metroferroviarie che resteranno, eventualmente, aperte non sara garantito il funzionamento di ascensori, montascale e scale mobili, non sarà garantito il servizio dei bus sostitutivi della ferrovia Roma-Viterbo. Fermo il personale della Liberty Lines, società di trasporto marittimo siciliana, la autolinee Liscio della Basilicata, la Sita Nord umbra, la busitalia Veneta, la Ca Nova di Torino, la Cotral laziale. Lo sciopero coinvolgerà anche tutto il trasporto ferroviario dalle ore 9 alle 17.

Gli orari dello sciopero del 26 luglio – Venerdì il trasporto aereo resterà fermo quattro ore, ad esclusione dei controllori di volo di Enav, dalle 10 alle 14. Sarà invece di 24 ore lo stop del personale Alitalia deciso da Anpac, Anpav, Anp, Usb, Cub-Trasporti e Air Crew Committee.

Previous "Le prime opere del Premio Troisi" In contemporanea con la kermesse, proiettate pellicole uniche e inedite, appena digitalizzate
Next Huawei, il fondatore: "Conte ha grande fiducia in noi"

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Gli ‘Ebola fighters’ sulla copertina del Time

Dopo Papa Francesco scelto nel 2013 per la sua umanità e la sua capacità di comunicazione universale, anche attraverso la Rete, che gli aveva consentito di riavvicinare alla Chiesa migliaia

Approfondimenti

Eclissi lunare del 27 luglio: dove vederla in Campania

Arriva l’eclissi più lunga del secolo: venerdì 27 luglio 2018, infatti, il cielo si tingerà di rosso regalando alla Terra una spettacolare eclissi di Luna. Sarà l’eclissi più lunga da qui

Approfondimenti

Clima, studi certificano: l’impatto dell’uomo sul clima è così forte che sovrasta tutto e il pianeta risponde globalmente.

In climatologia l’espressione riscaldamento globale (traduzione dall’inglese global warming, tradotto talvolta con riscaldamento climatico o surriscaldamento climatico) indica il mutamento del clima terrestre sviluppatosi nel XX secolo e tuttora in corso. Tale mutamento è attribuito in larga misura alle emissioni nell’atmosfera terrestre di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi