SCOMPARSI IN MESSICO : ARRESTATI QUATTRO AGENTI DELLA POLIZIA LOCALE

Quattro agenti – tre uomini e una donna – della polizia locale di Tecalitlan (Messico, nel sud dello stato di Jalisco) sono stati arrestati in collegamento con la scomparsa, il 31 gennaio, dei tre italiani Raffaele Russo, suo figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino. Lo ha sottolineato  il procuratore statale Raul Sanchez Jimenez.

I quattro, di cui sono stati dati solo i nomi propri – Emilio, Salvador, Fernando e Lilia – sono accusati di ‘sparizione forzata’, riferiscono i giornali. Il giudice ha precisato che i tre italiani non sono stati localizzati, ma che nessuno di loro è mai passato per il carcere locale: sarebbero stati invece consegnati a un gruppo criminale locale e poi trasferiti verso sud.Secondo le autorita’ messicane, Russo, 60 anni, aveva precedenti in Italia per frode e si dedicava alla vendita di generatori elettrici apparentemente tedeschi ma che in realta’ erano stati fabbricati in Cina. Secondo il quotidiano Publimetro, che cita fonti vicine alle indagini, alla fine del 2017, Russo era impegnato in affari nello stato di Michoacan e cinque giorni prima della sua scomparsa si era riunito con il figlio Antonio e il nipote Vincenzo Cimmino in un hotel di Ciudad Guzman. Questi ultimi due sarebbero arrivati in Messico insieme ad altri sei italiani.

Previous FORMULA UNO ,ECCO LA NUOVA MCLAREN .ALONSO :"SONO MOLTO ECCITATO"
Next CAMPANIA , INCHIESTA SUI RIFIUTI : IL PROCURATORE DE RAHO CRITICA IL METODO FANPAGE

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

MISSIONE TURCA DEI SOCIALISTI EUROPEI PER SCANDAGLIARE IL RISCHIO REGIME

Ad Ankara ,chiedono aiuto e sostegno all’Unione Europea, ma separatamente. Prima i repubblicani del Chp, poi i filocurdi dell’Hdp, il partito che più noie ha dato al presidente Recep Tayyip

Qui ed ora

“Uccidiamo tutti”! Raid stile Gomorra a Pozzuoli

Accade tutto a Pozzuoli , più precisamente nella località Monteruscello : due uomini in sella a una moto sparano ben nove colpi di pistole contro il furgone di un commerciante

Qui ed ora

Putin,no remore acquisto titoli italiani

“Sappiamo che l’economia italiana ha basi molto solide, ci fidiamo del governo italiano e noi siamo sicuri che i problemi saranno risolti”. Lo ha detto Vladimir Putin al Cremlino parlando

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi