SGARBI RICOVERATO D’URGENZA AL PAPA GIOVANNI DI BERGAMO

Da stamattina, il popolare critico d’arte, Vittorio Sgarbi, e’ ricoverato d’urgenza all’Ospedale di Bergamo, Papa Giovanni, per monitorare il suo stato di salute.
Il critico d’arte e’ stato trasportato d’urgenza, e trasferito in elisoccorso, poiche’ si sospetta una forte colica renale. La serata di Sgarbi era stata molto movimentata. Egli era a Grumello del Monte per la presentazione del suo suo ultimo libro, `Dal cielo alla terra, e sempre in serata  ad un incontro a Predore per visitare le terme romane. Stamane era prevista la sua presenza  a Salò (Brescia) per visitare una mostra, a lui molto cara.
vittorio-sgarbi-contro-gramellini
Previous TENSIONE IN QUALCHE SEGGIO A NAPOLI TRA ATTIVISTI DEL "CONTROLLO POPOLARE" E SOSTENITORI DI LETTIERI
Next BALLOTAGGI 2016: A NAPOLI TRIONFA DE MAGISTRIS, M5S CONQUISTA ROMA E TORINO CON LA RAGGI E APPENDINO, SALA NUOVO SINDACO DI MILANO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Senato, il governo incassa la fiducia: il decreto Sicurezza bis diventa legge

Il governo ha ottenuto la fiducia in Senato sul decreto Sicurezza bis: il provvedimento ha incassato l’ultimo via libera del Parlamento e con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale sarà legge. I

Qui ed ora

Ferragosto: a lavoro 18 mila soldati Circa 7 mila presidieranno il territorio insieme alle Forze dell’ordine nell’ambito dell’operazione Strade sicure

Anche a Ferragosto oltre 18 mila soldati dell’Esercito saranno impegnati in attività operative, in Italia e all’estero. Di questi, circa 7 mila presidiano il territorio, insieme alle Forze dell’ordine, nell’ambito

Qui ed ora

CAMPANIA: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA OLTRE 146.000 ARTEFIZI PIROTECNICI PER OLTRE 2,6 TONNELLATE, TRA GIUGLIANO IN CAMPANIA E OTTAVIANO

Più di  2,6 tonnellate di fuochi d’artificio , ovvero  146mila pezzi  sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza in due distinti interventi. In particolare, nel comune di Giugliano in Campania,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi