“SPORT E LEGALITÀ”: IL 31 MARZO TRIANGOLARE IN RICORDO DI CIRO ESPOSITO ALL’ARCI DI SCAMPIA

Si disputerà oggi, giovedì 31 marzo, alle ore 20.00 all’Arci di Scampia in via Fratelli Cervi, il triangolare “Sport e legalità” in ricordo di Ciro Esposito, il tifoso azzurro morto in seguito agli scontri fuori all’Olimpico il 3 maggio 2014, prima della sfida di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina.

A scendere in campo saranno l’Asd Ciro Vive, i giovani detenuti del carcere di Airola, i tifosi del gruppo Facebook Napoli meglio del viagra.

Per l’occasione il ristorante Il Brigante dei Sapori di Volla offrirà delle pizze, per disputare il terzo tempo tutti insieme. Interverranno l’assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, l’ex calciatore Gennaro Iezzo, l’allenatore ed ex calciatore Gianni Improta, i comici Angelo Di Gennaro e Peppe Iodice, l’attore Barbato De Stefano.

Obiettivo dell’iniziaitva, promossa dall’associazione Ciro Vive fondata dai genitori di Ciro Esposito, Antonella Leardi e Giovanni Esposito, è quello di unire diverse realtà impegnate nel sociale per dire no alla violenza e sensibilizzare alla legalità, soprattutto in un territorio difficile come quello di Scampia. Ne sono esempio i calciatori della squadra che porta il nome di Ciro, che cercano il riscatto nella società, i tifosi simbolo dello sport sano e pulito come quelli di Napoli meglio del viagra, i giovani detenuti del carcere di Airola che continuano il percorso con l’associazione Ciro Vive per combattere la criminalità.

Madrina della serata sarà Antonella Leardi. Testimonial della serata “un prete di periferia”, Don Aniello Manganiello, presidente dell’associazione Ultimi sempre in prima linea per la lotta alla criminalità.

Previous DIEGO OCCHIUZZI QUALIFICATO PER RIO 2016
Next FESTIVAL DEI DIRITTI DEI RAGAZZI, AL VIA LA IV EDIZIONE A NOLA

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

DON GIUSEPPE DIANA:”RISALIAMO SUI TETTI E RIANNUNCIAMO PAROLE DI VITA.”A 23 ANNI DALL’OMICIDIO.

Il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, la Campania ricorda il sacrificio di un parroco che per il suo impegno contro la camorra dei Casalesi dette la vita: Don Peppino

Officina delle idee

IL NOME DI DIO È MISERICORDIA, ALL’ISTITUTO ATTILIO ROMANÒ IL DIBATTITO SUL LIBRO DI PAPA FRANCESCO

Il dibattito sul libro nato da una conversazione tra papa Francesco e il vaticanista Andrea Tornielli prende vita in una scuola di Miano, a Napoli, l’Istituto Superiore Attilio Romanò, che

Officina delle idee

Maturità: Azzolina, sarà in presenza, durerà un’ora

Discussione di un elaborato concernente le discipline di indirizzo; discussione di un breve testo, oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il V anno; analisi del

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi