STORIA DEL PALAZZO CARACCIOLO : LA RESIDENZA CHE OSPITERA’ IL REAL MADRID .

Sarà il Palazzo Caracciolo la residenza che ospiterà il Real Madrid in vista della sfida contro il Napoli , valevole come ritorno degli ottavi di finale in Champions League . Palazzo Caracciolo di Santobuono è un palazzo monumentale situato in via Carbonara, la strada che collega via Foria alla zona dei Tribunali e della Stazione Centrale. Il palazzo fu fatto costruire dai principi di Caracciolo di Santobuono nel 1584, sullo stesso luogo in cui precedentemente era stato edificato un castello donato dal re Roberto d’Angiò a Landolfo Caracciolo e risalente ai primi del ‘300. La collocazione dell’edificio risponde a una scelta strategica: doveva infatti occorrere alla difesa della città. Il palazzo fu legato alla storia di Masaniello, il principale protagonista della rivolta napoletana contro la pressione fiscale del viceregno spagnolo, avvenuta nel luglio 1647. Fu in seguito saccheggiato e divenne la dimora del duca di Guisa.  Nuovamente restaurato verso la fine del 600, Palazzo Caracciolo divenne la sede di importanti collezioni di dipinti. All’inizio del 700 il palazzo ospitò il duca d’Elboeuf, il capostipite dei ricercatori degli scavi di Ercolano e Pompei. Caratteristica distintiva dell’edificio è data dai due alti portali che danno accesso al cortile porticato interno che, come tanti altri porticati napoletani del passato, è realizzato in piperno, una roccia magmatica di origine vulcanica particolarmente presente ed utilizzata in Campania e in particolare a Napoli. Strutturato su quattro piani, Palazzo Caracciolo fu decorato con affreschi e altre pitture parietali, di cui rimane qualche traccia. I restauri in corso intendono riportare alla luce alla luce l’antica struttura trecentesca. Oggi Palazzo Caracciolo di Santobuono è aperto ed ospita iniziative di sapore culturale. Una residenza “galattica “ per il club dei “galacticos “.

Previous CHAMPIONS LEAGUE , NAPOLI-REAL MADRID : ECCO PERCHE’ IL 3-1 FA PAURA .
Next Ordinaria disperazione: italiano "Faceva rapine, ma per la crisi". Lugano, condannato a tre anni e mezzo il "rapinatore gentile". L'uomo, un 25enne cittadino italiano, ha commesso una "doppia rapina" aggravata, spinto dalla situazione finanziaria precaria in cui si ritrovava.

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

GIUSTIZIA: PD, AL DAP SERVE UNA GUIDA ALL’ALTEZZA DI SITUAZIONE DELICATA

“Con le sue dimissioni da responsabile del DAP il dottor Basentini ha compiuto un gesto giusto e non inatteso, di cui gli va dato atto. Nel momento drammatico delle rivolte

ultimissime

POLITICA E GIUSTIZIA.ECCO RENZI A OTTO E MEZZO SULL’AMICA-NEMICA LA7.

Renzi parli! – chiedevano stamane giornali e esponenti politici. E lui non si è fatto pregare. Un veloce accordo in tarda mattinata con Lilli Gruber, ed eccolo a Otto e

ultimissime

Napoli, nuove proteste e rissa nello svolgersi del Consiglio comunale di Pozzuoli

Si sono verificate nuove proteste e rissa nello svolgersi del Consiglio comunale di Pozzuoli (Napoli) dopo l’approvazione di una delibera che stanzia 250mila euro a favore di 43 famiglie di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi