Svolta Mdp, Renzi: “Dialogo, ok se apertura è seria. Ma Rosatellum non cambia”. Scotto(Mdp):”Se vogliono confrontarsi con noi bene, ma evitino provocatori seriali.”

Disposto a discutere con Mdp, dopo l’apertura di Roberto Speranza, ma a dicutere “delle cose serie”.Perchè sulla legge elettorale “c’è stato un accordo tra tanti partiti e rimettere in discussione il Rosatellum oggi mi sembra molto difficile, perchè sembra quasi il tentativo di far ripartire tutto da capo”. Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di ‘In mezz’ora su Rai3, rispndendo ad una domanda sulla proposta del coordinatore di Mdp.
“A me sembra che su questo tema si debba essere molto chiari. Mi viene voglia di dire, come si fa a chiederci di dialogare dopo tutto quello che ci avete detto? Ma guardo il bicchiere pieno: se è un’apertura seria, e sono convinto di sì, discutiamo ma discutiamo delle cose serie”, ovvero del “taglio delle tasse”, delal conferma degli 80 euro, degli interventi nel settore sociosanitario. Tornando alla legge elettorale, le preferenze chieste da Speranza “stavano nell’Italicum e non ci sono più nel Rosatellum. Ma c’è stato un accordo tra tanti partiti e rimettere in discussione la legge elettorale oggi mi sembra molto difficile, perchè sembra quasi il tentativo di far ripartire tutto da capo. Ricominciare da capo sulla legge elettorale significherebbe non fare più niente”. Fiducia anche in Senato? “Lo decide il presidente del Consiglio parlando con i capigruppo”.

Il centrosinistra e il nodo delle alleanze: le reazioni dopo il segnale lanciato da Speranza. Il segretario dem: “Pronti a discutere ma non sulla legge elettorale. Su fiducia deciderà governo”. Il ministro della Giustizia: “Apertura inedita e importante”. Franceschini: “Non spezzare filo del dialogo”. Bersani: “Punto di non ritorno se replica Pd arrogante”.E nel dibattito torna sempre il tema del Rosatellum. Sempre da Mdp, il deputato Arturo Scotto fa sapere: “Noi diciamo discutiamo di come battere le destre, pronti a confrontarci con il Pd se si sceglie la strada della discontinuità su lavoro e democrazia. Una proposta di buonsenso che guarda al futuro, mentre Renzi, in Sicilia come nel resto del Paese, guarda a destra. Ovviamente il capogruppo di quel partito, Ettore Rosato, non trova di meglio che rispondere: bevete il Rosatellum così com’è”. E aggiunge il deputato Mdp: “Se vogliono confrontarsi con noi, evitino di schierare provocatori seriali, come anche nel caso di Bankitalia. Per noi l’importante sono i contenuti, dal Pd al momento arriva il solito ciaone”.

Previous DE LUCA SUL REFERENDUM IN LOMBARDIA E VENETO:" SE LA SFIDA E' QUELLA DELL'EFFICIENZA, DEL RIGORE, DELLA CORRETTA GESTIONE DELLE RISORSE, IO SONO DAVANTI AI NOSTRI AMICI LOMBARDI E VENETI"
Next IN CAMPANIA SONO IN BILICO 53 MILIONI DI EURO DI FONDI EUROPEI PER 55 PROGETTI NON CERTIFICATI DALLA UE. PEDICINI (M5S): "OCCORRE FARE CHIAREZZA"

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Renzi: il Sud è la prima sfida per il Governo, presi impegni precisi

“Il Governo ha preso degli impegni precisi, non generici, con il Sud e oggi a Taranto viene per mantenerli. Il Contratto di sviluppo che firmiamo con la città vale 850

Qui ed ora

L’IMPREVISTO.C’E’ UN SOLO SCONFITTO DAL VOTO DI DOMENICA PIU’ DI RENZI E SI CHIAMA GIORGIO NAPOLITANO.

   di Ida Dominijanni L’imprevisto è il sale della politica: quello che all’improvviso la costringe a fare il salto da ciò che c’è a ciò che può essere, ridandole per

Qui ed ora

Paolo Soccio: «Quando ho visto quell’uomo sanguinare ho pensato a mio padre»

La manifestazione del 25 ottobre prima, e gli scontri tra i poliziotti e gli operai delle acciaierie di Terni dopo, continuano a causare piccole scosse di terremoto all’interno del PD.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi