TANGENZIALE, TRAFFICO AL COLLASSO: RISCHIO PARALISI FINO A MARZO 2020

Preoccupanti le prospettive per i lavori sulla Tangenziale di Napoli. I restringimenti stradali previsti almeno fino e dicembre prossime potrebbero protrarsi a marzo 2020 dopo la cassa integrazione per decine di lavoratori.

Paese che vai, strada che trovi potremmo dire parafrasando il vecchio proverbio. Napoli sta vivendo, nelle ultime settimane, il grave problema del traffico veicolare conseguentemente ad urgenti lavori di manutenzione che interesseranno il tratto della Tangenziale di Napoli, gestiva da Tangenziale spa, con il relativo restringimento di parti di carreggiata che, come un imbuto, già creano code chilometriche e numerosi disagi per gli automobilisti che da Capodichino vogliono arrivare a Pozzuoli e viceversa.

Ma ecco che la scure dell’allungamento dei tempi dei lavori si abbatte violentemente. Prima dieci giorni, poi qualche mese ed ecco che spunta la notizia che mai gli automobilisti avrebbero voluto sentire: possibile caos traffico fino a marzo del 2020.

Dopo l’annullamento del pedaggio sulla Tangenziale disposto dalla società su sollecitazione del Ministero dei Trasporti e dal Comune di Napoli, 168 dipendenti di Tangenziale spa sono andati in cassa integrazione. Ma non basta. I lavori per l’adeguamento del viadotto ancora non sono cominciati. Le code e le carreggiate ristrette sono, per ora, predisposte per verifiche, sopralluoghi e messe a punto che, però, non significano l’inizio concreto del rifacimento della Tangenziale.

Il bando per la manutenzione ed il ripristino del viadotto è già sul sito di Tangenziale e si concluderà con la presentazione della domanda per la gara a novembre. C’è tempo, quindi per i lavori. Lo stesso tempo che manca agli automobilisti che necessitano di arrivare presto a lavoro e che, invece, sono costretti a vivere un vero e proprio inferno.

 

 

Previous HALLOWEEN IMPAZZA, MA QUAL È LA VERA STORIA?
Next Imprese, 432.000 investono nel green, 3,1 mln lavoratori

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

MIGRANTI: LA NAVE IUVENTA E’ STATA SEQUESTRATA DALLA GUARDIA COSTIERA E CONDOTTA NEL PORTO DI TRAPANI, DI MAIO: ” SULLE ONG AVEVAMO RAGIONE”

Sarà condotta oggi  dalla Guardia Costiera nel porto di Trapani la nave Iuventa, sequestrata insieme a tutti i pc alla ong tedesca Jugend Rettet che effettuerà ricorso. I magistrati procedono a carico di ignoti

Qui ed ora

De Magistris, dopo il voto anticipato anche una lista per la Regione

Luigi De Magistris ha in mente nuovi progetti per il suo futuro politico e quello del partito arancione. Il prossimo 22 ottobre ci sarà l’inizio al Tar Campania, della discussione

Qui ed ora

Termovalorizzatori: Caldoro frena e si allinea a De Luca

Un emendamento allo Sblocca Italia approvato nel weekend restituisce ai territori poteri in materia di termovalorizzatori assicurando che negli impianti individuati dovrà essere data priorità di accesso ai rifiuti prodotti

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi