Tariffe: dal primo luglio -6,7% gas, +3,3% luce

Dopo i forti ribassi del secondo trimestre, caratterizzato dal lockdown per il coronavirus (-18,3% l’elettricità e -13,5% il gas), a partire dal primo luglio e per il terzo trimestre 2020 le bollette per le famiglie in servizio di maggior tutela segneranno ancora un calo per il gas, pari a -6,7%, e un rialzo per l’elettricità, +3,3%. Lo rende noto l’Autorità per l’energia e l’ambiente, spiegando che il rincaro della luce è legato ai costi per il funzionamento del sistema. Al lordo delle tasse, rispetto allo scorso anno la famiglia tipo beneficia di un risparmio complessivo di 212 euro all’anno.

Nel dettaglio, calcola l’Arera, per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il primo ottobre 2019 e il 30 settembre 2020) sarà di circa 496 euro, con una variazione di -12,2% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (primo ottobre 2018-30 settembre 2019), corrispondente a un risparmio di circa 69 euro l’anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.006 euro, con un calo del 12,4% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 143 euro l’anno. Il rialzo della bolletta elettrica, in un contesto di mercati all’ingrosso che registrano i primi segnali di ripresa dopo il crollo dei prezzi registrato nel secondo trimestre, sottolinea ancora l’Autorità, è sostanzialmente legato ad un aumento dei costi per il funzionamento ed equilibrio del sistema (costi di dispacciamento).

Previous Callejon vuole giocare gratis a luglio e agosto, chiede solo una copertura assicurativa
Next Parenti delle vittime del ponte Morandi: "Quel momento, in quel luogo, non può essere parte di noi"

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

LA CGIL SCENDE IN PIAZZA E SI MOBILITA CON LO SLOGAN: “PENSIONI I CONTI NON TORNANO”. CAMUSSO: ” IL GOVERNO AVEVA PRESO DEGLI IMPEGNI E NON LI HA MANTENUTI”

La Cgil scende i piazza e si mobilita: sono cinque le manifestazioni organizzate dalla confederazione dopo l’esito del confronto con il Governo sulla previdenza, considerato “insufficiente”: a Roma, Torino, Bari, Palermo

Economia e Welfare

SCAMPIA ,PROGRAMMA PER LA RIQUALIFICAZIONE PER IL “DOPO VELE”

 “Al massimo entro marzo 2018 partiranno i lavori per l’abbattimento delle tre vele di Scampia. Entro il 31 dicembre 2017 ci sarà il bando del Comune di Napoli per la

Economia e Welfare

Prezzi mascherine calmierati solo nella metà dei negozi

Mascherine chirurgiche a prezzo calmierato solo nel 45% dei punti vendita, guanti di lattice quasi introvabili l’obbligo di indossarli nei negozi. Emerge dall’indagine del Centro Studi nazionale Ircaf realizzato in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi