TEATRO SANCARLUCCIO , ARRIVA “LA FALEGNAMERIA DELL’ATTORE”.

Giovedì 28 giugno, alle ore 18:00, al Nuovo Teatro Sancarluccio, si terrà l’open day della scuola di recitazione teatrale e cinematografica, diretta da Gigliola De Feo, “LA FALEGNAMERIA DELL’ATTORE”.
La scuola, ormai vero e proprio punto di rifermento per gli aspiranti attori, napoletani e non, dal prossimo anno si trasferirà tra le mura del Nuovo Teatro Sancarluccio, storica fucina di talenti. La formazione verterà sia sulla recitazione cinematografica che su quella teatrale ma con alcune novità che vedranno l’inserimento della disciplina fisica “Tecniche di scioglimento del corpo” che sarà curata dalla docente Alessia Scala, danzatrice e performer.

Alcune lezioni saranno inoltre dedicate alla disciplina del canto e allo studio di specifici autori, coinvolgendo numerosi docenti(attori, registi, casting director nazionali e internazionali)che interverranno con loro seminari e/o masterclass; nei suoi cinque anni di attività La falegnameria dell’attore ha ospitato Giulio Scarpati, Silvia Luzzi, Alberto Rossi, Luca Pizzurro, Cristina Patturelli, Lella Costa, e le casting director Marita D’Elia, Valeria Miranda, Marta Gervasutti. I corsi sono aperti ai bambini nella fascia d’età 8-13 anni e agli adulti dai 14 ai 99 anni (suddivisi tra neofiti del I livello ed esperti del II livello).

Nel corso della serata,  sarà inoltre proiettato il cortometraggio, saggio finale cinematografico, degli allievi dell’anno accademico 2017-2018.

Previous Italia : 1 Cittadino su 3 teme di vivere in una zona a rischio criminalità
Next NASCE UN'APP PER COMBATTERE IL PARASSITA NEI MAIS

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

FUNICULI’ FUNICULA’ FIN SULLA VETTA DEL VESUVIO

Non c’erano precedenti, né modelli su cui studiare, eppure, qualcuno ebbe l’ardire di pensare e costruire una funicolare che potesse arrampicarsi sul Vesuvio, un vulcano attivo. Nel dicembre 1878, l’ingegnere

Cultura

La ricerca della verità sul caso Aldo Moro

Quando su alcune vicende, che interessano la vita politica del Paese, rimangono aperti troppi interrogativi, vuol dire che a quegli interrogativi non si vuole dare risposta. È la conclusione della

Cultura

A Francesco Piccolo il Premio Strega: una vittoria “corale”

Sarà stata pure la cronaca di una vittoria annunciata, ma vedere Francesco Piccolo vincere il Premio Strega 2014 ha comunque il suo fascino. E in quest’estate non era certo la

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi