Terra dei Fuochi, esperti a confronto

Terra dei fuochi in campania, un allarme giustificato? Sta di fatto che la psicosi si è generata  e neanche di poco. L ‘emergenza in senso stretto colpisce l’agricoltura di qualità: in crisi le aziende, in crisi anche e soprattutto i produttori. Il settore agricolo campano in ginocchio, un prezzo duro, molto duro provocato in gran parte dal clamore mediatico scatenatosi fin da subito sulla vicenda. Un allarme ingiustificato afferma ai nostri microfoni  Antonio Di Gennaro, agronomo: «Quello che noi sappiamo dai controlli rigorosissimi sui prodotti della piana campana e dell’intera regione e che la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti sono assolutamente garantiti . Vero è che le grandi catene di distribuzione continuano a comprare nonostante tutto. L’agricoltura della piana campana dalle analisi che abbiamo fatto emerge, non come fattore di rischio, ma addirittura di sicurezza in un territorio fortemente disordinato il tessuto agricolo è la parte più sana paradossalmente, ma è anche quello che paga il prezzo più alto».

Sta di fatto che per anni sono rimaste inascoltate le richieste e soprattutto le denunce degli ambientalisti. Un silenzio complice della politica? Lo abbiamo chiesto al vicepresidente di Legambiaente Campania Anna Savarese: «La Politica ha peccato sia in termini di pianificazione del ciclo integrato dei rifiuti sia in termini di bonifiche. Noi chiediamo tre cose fondamentalmente: la verità, perché devono venir fuori tutte le responsabilità. Dare giustizia ai territori e, infine, dare speranza.

Previous “Giovani in Corsa”: under 35 attivi a Napoli contro De Magistris
Next Gli italiani di Crimea e la storia che nessuno sa

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

COLLEZIONE DELLA RAGIONE : UNA COLLEZIONE DA FAVOLA

La mia collezione di arte nasce nel 1977 in concomitanza con il mio successo nella professione ed i relativi lauti guadagni, che in parte investivo nell’acquisto di capolavori. Una sibillina

Approfondimenti

Coronavirus, l’Oms: ‘L’origine del focolaio a Pechino è europea’

La Cina ha rilasciato la sequenza del genoma del Covid-19 tracciato al mercato all’ingrosso di Xinfadi e l’ha comunicata anche all’Oms, tra le crescenti pressioni perché fossero rese pubbliche le evidenze

Approfondimenti

Fabio Fazio silurato dai vertici di Rai 1, ma Freccero lo accoglie su Rai 2

“L’importante è essere considerati una risorsa e non un problema, il luogo non conta”. Con queste parole, durante l’ultima puntata della stagione di Che tempo che fa, Fabio Fazio annuncia 

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi