TERREMOTO : SCOSSA A CAMPOTOSTO , A 10 KM DA AMATRICE .

Una scossa di terremoto di magnitudo 3,7 e’ stata registrata alle 6,34 con epicentro a due chilometri a ovest di Campotosto(L’Aquila). La scossa e’ stata registrata dalla rete dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia  a 14 chilometri di profondita’ nell’Aquilano al confine con il Lazio. I comuni piu’ vicini, a 4 km Campotosto e Capitignano; a 7 km Montereale, a 10 km Amatrice (Rieti).

Le scosse sono state avvertite anche negli altri centri dell’alta valle dell’Aterno, in particolare Montereale e Capitignano. Le altre scosse sotto magnitudo 3 sono state di 2,2  di 2,0 e piu’ tardi di 2,4,  tutte a Campotosto.”Ci sono state tre scosse ravvicinate, una di 3,3, le altre sotto i 3, che ci hanno impaurito molto. Ma non ci sono stati danni”. Così Luigi Cannavicci, sindaco di Campotosto (L’Aquila), che ha espresso le sue considerazioni in merito all’accaduto .  Il primo cittadino  infine , riferisce di aver fatto un giro per il paese e di essere ”rientrato a casa visto che non c’e’ molta gente per strada”.

Previous [Intervista esclusiva] - Francesca Scarpato (Segret. Reg. Giovani Democratici): "Per il PD è necessario ricostruire il senso di comunità"
Next NAPOLI: PRESI LETTERALMENTE D'ASSALTO I CENTRI VACCINALI DELLE ASL, PERSONE IN FILA ANCHE PRIMA DELL'APERTURA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Impongono pizzo, presi da carabinieri

Si sono presentati al cantiere edile riscuotere 1500 euro di pizzo che avevano chiesto in precedenza. Ma ad attenderli c’erano però due carabinieri travestiti da operai. In manette a San

Qui ed ora

ANTONIO BASSOLINO:”UNA SVOLTA RISPETTO AD UN GOVERNO COMUNALE VISIBILMENTE DISTANTE E SEPARATO DAI BISOGNI DEI CITTADINI E LA PROSPETTIVA DI UN NUOVO E SERIO CENTROSINISTRA A LIVELLO NAZIONALE.”

di Antonio Bassolino 1) Non ho rinnovato l’iscrizione al PD per l’assenza di rapporti umani e per diverse ragioni politiche: la mancanza di ogni seria riflessione critica su ripetute sconfitte

Qui ed ora

25 Luglio 1943. La Radio annuncia: “Il Re ha accettato le dimissioni da Presidente del Consiglio del cavalier Benito Mussolini”

Ero a Roma quel giorno. Sfollato da Napoli nel 1942 perché la mia casa venne distrutta dai bombardamenti. Dormivamo, la mia famiglia ed io, in un piccolo albergo che si

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi