TORRE ANNUNZIATA , LA RIAPERTURA DELLA MERAVIGLIOSA VILLA DEL PARNASO

Inaugurata solo da qualche giorno si può già definire un successo in termini di affluenza la riapertura di Villa del Parnaso a Torre Annunziata. Non è solo un passaggio che unisce Corso Umberto I a Litorale Marconi, ma un luogo di ritrovo dove oltre a visitare le bellezze storiche interne alla villa si può ammirare lo splendido panorama dalla terrazza con vista sull’intero golfo. Del restauro di Villa Parnaso si parla sin dall’inizio del 2000, quando la Provincia di Napoli, proprietaria dell’ex arco Cristo Re con l’annessa Villa, stanziò oltre 500 mila euro per l’avvio dei lavori. A quei tempi Torre Annunziata aveva quale rappresentante in consiglio provinciale il vicesindaco Alberto Fruccio, che si prodigò per la realizzazione del progetto. Ma, come spesso accade quando non si ha un certo peso nelle “stanze dei bottoni”, i fondi stanziati furono dirottati verso altre ore pubbliche.  Nel 2012 il progetto per il restauro di Villa Parnaso venne rispolverato e la Provincia riaggiudicò l’appalto affidando i lavori alla società Cosedil di Afragola, per un importo a base d’asta di 784 mila 941 euro. Ma ancora una volta, a causa della spending review, il finanziamento provinciale fu revocato a favore di iniziative ritenute più importanti ed urgenti. Vieni così riaperta una meraviglia del patrimonio culturale e artistico campano .

Previous CALCIOMERCATO INTER , INIZIA IL TOTO ALLENATORE : DA SPALLETTI A SARRI
Next Milano in marcia per l’accoglienza. Contro ignoranza e strumentalizzazioni.

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

NAPOLI , IL MOLO BEVERELLO : STORIA DEL PORTO DI NAPOLI

Il porto di Napoli è uno dei più importanti porti d’Europa, occupa la insenatura naturale più a nord del Golfo di Napoli e si estende per alcuni chilometri dal centro

Approfondimenti

IL MUSEO DI SAN GENNARO : STORIA E PREZZI RIDOTTI FINO A MAGGIO 2017

Il Museo del Tesoro di San Gennaro custodisce uno dei tesori più preziosi al mondo, più ricco addirittura di quello della Regina Elisabetta II d’Inghilterra, ed è uno dei patrimoni

Approfondimenti

Sanità. Il governo punta alla riorganizzazione ed eliminare le disparità tra le regioni

«Nel mese di luglio abbiamo approvato uno strumento ancora poco conosciuto che è il Patto per la salute che mette le basi anche in regioni che hanno avuto difficoltà finanziarie

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi