Tragedia della Solfatara, Il Pm di Napoli ascolta la testimonianza dell’unico superstite della famiglia Carrer

A pochi giorni dal terribile incidente Capitato sulla solfatara di Pozzuoli, il Pm di Napoli sta lavorando per risalire alla ricostruzione dei fatti e scoprire eventuali responsabili, gli stessi agenti in queste ore hanno acquisito documenti, mail e carteggi negli uffici della società che gestisce la Solfatara. Stamattina, inoltre, si sono svolti nuovi sopralluoghi nel cratere: si sta cercando di verificare la posizione esatta del crepaccio dove sono caduti i tre componenti la famiglia Carrer, la messa in sicurezza dell’area e le indicazioni di pericolo presenti in zona. Intanto gli stessi inquirenti hanno ascoltato, sostenuto dalla professionalità e l’esperienza di assistenti sociali, di psicologi e dei pm della Procura di Napoli, il piccolo Alessio, unico superstite di quella famiglia “sprofondata” in una delle crepe aperte della solfatara. Almeno per il momento non conosce ancora il “triste” destino in cui andrà incontro nei prossimi anni, ovvero quello di continuare la sua vita senza la figura materna, paterna e del fratellino di 11 anni a sostenerlo. I magistrati hanno iniziato ad avere dei primi contatti con il legale della famiglia Carrer, il quale l’unico suo commento sulla vicenda è stato “La priorità ora per noi è proteggere Alessio”. Infine si va completando anche la raccolta delle testimonianze: le prime furono acquisite dalla polizia appena intervenuta sul posto; ora vengono ascoltate altre persone a conoscenza delle modalità con cui si svolgeva l’attività all’interno del vulcano che, in maniera diretta o indiretta, possano fornire ulteriori indicazioni. Di seguito invece riportiamo le dichiarazioni del Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia il quale promette che questa tragedia non passerà sotto silenzio e il comune farà tutto il possibile “Ho chiamato il sindaco di Meolo, e proclamerò immediatamente il lutto cittadino. È un dolore che la comunità di Pozzuoli conosce bene. Faremo tutto quello che c’è da fare”. Questo invece è stato il commento di uno dei vulcanologi chiamato a commentare l’accaduto “Il vulcano è così da tanti anni. Spetta alle persone competenti fare gli accertamenti del caso. Vedremo se ci sono responsabilità”.

Previous VISCO:" L'ESPERIENZA ITALIANA DEGLI ULTIMI ANNI HA DIMOSTRATO QUANTO SIA IMPORTANTE DISPORRE DI SUFFICIENTI CONOSCENZE DI BASE DEI PRODOTTI E DEGLI STRUMENTI DISPONIBILI SUI MERCATI PER EVITARE DI ESSERE PENALIZZATI NELLE SCELTE DI RISPARMIO"
Next ITALIA , SCIVOLONE NEL RANKING FIFA : NUOVI OSTACOLI PER I MONDIALI IN RUSSIA

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ACAMPORA(PD):”TRASPORTI.DE MAGISTRIS TAGLIA GLI ABBONAMENTI PER DISABILI E FASCE DEBOLI E ANZIANI.”

ABBONAMENTI TRASPORTO PUBBLICO PER ANZIANI, FASCE DEBOLI E DISABILI… IL COMUNE TAGLIA E TOGLIE SERVIZI. Ho chiesto all’Ufficio del Comune di Napoli Welfare-Politiche Sociali, come mai ad oggi non era

Economia e Welfare

POSILLIPO, “INQUINAMENTO ACUSTICO INTOLLERABILE”, LA DENUNCIA DI ACHILLE DELLA RAGIONE

“Come se non bastassero gli effetti acustici devastanti provocati dalla movida sulla tranquillità dei tantissimi residenti del centro, che hanno la sventura di abitare in prossimità di bar e paninoteche

Economia e Welfare

Inail: più infortuni nel 2018, 1.133 mortali (+10%)

In aumento le denunce di infortuni e morti sul lavoro nel 2018 presentate all’Inail. Le denunce di infortunio tra gennaio e dicembre – fa sapere l’Istituto – sono state 641.261

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi