Trent’anni dopo Lady D, il principe Harry si reca nella struttura per incontrare i bambini ricoverati

Era il 29 novembre 1989 quando la principessa Diana, accerchiata da un gruppo di fotografi, entrò all’Ospedale Pediatrico di Sheffield per portare un saluto a medici e pazienti. Oggi, a trent’anni da quell’episodio, il principe Harry è tornato nella struttura per l’inaugurazione di una nuova ala e ha incontrato un’infermiera, Julien Austin, che all’epoca conobbe Lady D: «Parlò con tutti, infatti alla fine del giro era un po’ in ritardo», ha ricordato la donna. «Mi misi in coda per scambiarci due parole, meravigliosa».

Parole che Julien che avrebbe voluto dire di persona a Harry: purtroppo, all’arrivo del duca, lei indossava il costume della mascotte dell’ospedale, Theo, quindi ha preso carta e penna e gliele ha lasciate scritte su un foglio. «Ho sentito che hai conosciuto mia madre», ha detto il principe avvicinandosi alla donna nel travestimento, «posso darti un abbraccio?». Così i due si sono stretti forte, tra gli applausi di tutto l’ospedale. «È uguale a sua mamma, io piangevo dentro il costume», ha rivelato Julien a People.

Harry ha anche fatto visita ai bambini ricoverati, soffermandosi con loro a giocare e chiacchierare: «Non hai mia visto una barba?», ha detto al piccolo Noah Nicholson, di quasi due anni, che è rimasto affascinato dal look del duca, soprattutto dalla sua barba rossa. Gliel’ha afferrata con entrambe le mani, poi ha tirato fuori la sua giraffa giocattolo: «Harry è stato fantastico», ha dichiarato la mamma di Noah. «Si vede che è proprio a suo agio quando sta con i bambini». Merito – forse – anche della fresca paternità.

Il principe, prima di proseguire il suo giro a Sheffield tra la Hallam Universitye le qualificazioni per i prossimi Invictus Game, è stato invitato dallo staff dell’ospedale a mettere una firma sul registro degli ospiti. Proprio lì, qualche pagina dopo quella di sua mamma Diana.

Previous NAPOLI:LA STESA DEI REGGISENI...CAROLA SIAMO TUTTI NOI,SIAMO TUTTI SFRONTATI!
Next Kidult lancia il bracciale solidale a sostegno degli animali abbandonati

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

“Dentro la Comunicazione” di Samuele Ciambriello e Michele Infante

L’Arec (Associazione ex consiglieri regionali) ha promosso per giovedì 29 gennaio, alle ore 17.00, presso la sede del Consiglio Regionale della Campania (Centro Direzionale, Isola F13, Salone Primo piano) si

Cultura

LA VENERE DI BOTTICELLI TORNA IN ITALIA

Dopo la permanenza negli Stati Uniti torna a casa la Venere di Botticelli. L’opera, propria dei Musei Reali di Torino, è ospite d’onore di una serata speciale, venerdì 28 luglio

Cultura

Summarte, via al teatro amatoriale con “Quando avevo solo vent’anni”

Sabato 14 e domenica 15 ottobre, andrà in scena al Teatro Summarte (via Roma, 15, Somma Vesuviana), la commedia dal titolo “Quando avevo solo vent’anni”, per la regia di Francesco

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi