TURCHIA , AFFONDA UN GOMMONE : MORTI 7 BAMBINI

Un gommone carico di migranti è affondato questa mattina al largo delle coste turche nel Mar Egeo uccidendo sette bambini e due donne: lo riporta l’agenzia di stampa Anadolu. Altri quattro migranti sono stati tratti in salvo. La tragedia è avvenuta al largo di Kusadasi.

L’amministratore del distretto di Kusadasi, Muammer Aksoy, ha detto che tutti i corpi sono stati recuperati e che non ci sono dispersi.

La Turchia è diventata uno dei Paesi di passaggio principali dei migranti illegali che cercano di raggiungere l’Europa, soprattutto dall’inizio della guerra civile in Siria nel 2011. La maggior parte dei migranti trattenuti in Turchia l’anno scorso proveniva dal Pakistan (circa 15.000), seguiti da afgani (circa 12.000) e siriani (circa 10.000). Il flusso di migranti attraverso il Paese ha segnato un aumento del 60% rispetto alle 31.000 persone del 2016

Previous Agosto a San Giorgio a Cremano :Continua il grande cinema in Villa Bruno
Next FREDDY MERCURY :IL SUO MITO ARRIVA AL CINEMA !

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

“BRIGANTI” DI GIGI DI FIORE: “l’IDEA DELLO STATO COME UN’ ENTITA’ VAGA, CHE SA SOLO FUCILARE, STATO NEMICO, STATO OPPRESSORE CHE NON CERCA CONSENSO, MA SOLO UBBIDIENZA”

Gigi Di  Fiore, giornalista e saggista italiano non che pregiata firma della letteratura è autore del libro, “Briganti. Controstoria della guerra contadina nel Sud dei Gattopardi”, edito da UTET. «Lo Stato

ultimissime

INIZIATIVE DEL MUSEO DI CAPODIMONTE .

Dopo le iniziative e le agevolazioni attuate dal Museo Archeologico di Napoli, anche il Museo di Capodimonte è pronto ad offrire al pubblico delle novità “estive”. Il Museo, infatti, sarà

ultimissime

Facebook, falla nella privacy: accessibili i numeri di telefono di 419 milioni di utenti del social network

Facebook continua ad avere problemi in materia di sicurezza. Stando a quanto riportato dal sito di informazione tecnologica Techcrunch, i dati personali di 419 milioni di utenti sarebbero stati trovati in un archivio liberamente accessibile

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi