Uccide uomo in gara fra auto, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli (Napoli) hanno arrestato per omicidio stradale C.D., 21enne che gareggiando in auto con avversario un coetaneo provocò, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, un incidente costato la vita a un netturbino.
Alla guida della 500 del nonno e con a bordo la sua ragazza, C.D. ingaggiò una gara con un giovane e durante la corsa, protrattasi per il centro di Pozzuoli, investì frontalmente uccidendolo all’istante Alfonso Campochiaro, un netturbino 62enne.Il netturbino, in motorino, si stava recando al lavoro, come ogni notte, da Napoli a Procida passando per Pozzuoli.
É stato identificato e denunciato per omicidio stradale in concorso anche la persona che stava gareggiando con C.D. Si tratta di N.S., incensurato 21enne di Quarto che guidava la Fiesta della madre e che, dopo l’incidente, tornò sul luogo dell’accaduto ma non si fece avanti a spiegarne il perché.

Previous CALCIO INTERNAZIONALE :IL MANCHESTER CITY RISCHIA L'ESCLUSIONE DALLA CHAMPIONS
Next Sicurezza alimentare, Pedicini (M5S): “Etichette trasparenti su carni separate meccanicamente in difesa della salute dei consumatori”

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI: UN RAPINATORE E’ STATO INCASTRATO DAL SUO TATUAGGIO

Hanno rapinato  più volte il titolare di un centro di telefonia, nel quartiere Stella di Napoli, pur di impadronirsi  dell’incasso della giornata. Botte e violenza che lo scorso 17 settembre

Qui ed ora

NAPOLI: NUOVO CORTEO CONTRO L’ALTERNANZA SCUOLA -LAVORO

Nuovo corteo contro l’alternanza scuola-lavoro, oggi a Napoli, con un migliaio di persone, secondo fonti della Questura, che da piazza del Gesù è arrivato a piazza Mancini attraversando il centro

Qui ed ora

BALLOTTAGGI IN FRANCIA : AFFLUENZA ANCORA IN CALO

L’affluenza al secondo turno delle elezioni legislative in Francia è in ulteriore forte calo rispetto a domenica scorsa alla stessa ora, dove fu stabilito un record negativo. Ha votato soltanto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi