Uccide uomo in gara fra auto, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli (Napoli) hanno arrestato per omicidio stradale C.D., 21enne che gareggiando in auto con avversario un coetaneo provocò, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, un incidente costato la vita a un netturbino.
Alla guida della 500 del nonno e con a bordo la sua ragazza, C.D. ingaggiò una gara con un giovane e durante la corsa, protrattasi per il centro di Pozzuoli, investì frontalmente uccidendolo all’istante Alfonso Campochiaro, un netturbino 62enne.Il netturbino, in motorino, si stava recando al lavoro, come ogni notte, da Napoli a Procida passando per Pozzuoli.
É stato identificato e denunciato per omicidio stradale in concorso anche la persona che stava gareggiando con C.D. Si tratta di N.S., incensurato 21enne di Quarto che guidava la Fiesta della madre e che, dopo l’incidente, tornò sul luogo dell’accaduto ma non si fece avanti a spiegarne il perché.

Previous CALCIO INTERNAZIONALE :IL MANCHESTER CITY RISCHIA L'ESCLUSIONE DALLA CHAMPIONS
Next Sicurezza alimentare, Pedicini (M5S): “Etichette trasparenti su carni separate meccanicamente in difesa della salute dei consumatori”

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Nuova scossa di terremoto in centro Italia

Alle 10.25, 11.14 e 11.26 sono state avvertite delle scosse di terremoto tra L’Aquila e Rieti, nella zona di Montereale (AQ). Non vi sono segnalazioni di danni a persone e a cose.

Qui ed ora

25 APRILE , MANIFESTAZIONI PER LA LIBERAZIONE : CORTEI E TANTI EVENTI A MILANO , NAPOLI E ROMA

Tante le iniziative per il 72esimo anniversario della Liberazione in particolare a Milano , Roma e Napoli . A Milano ,come ogni anno, l’appuntamento principale è  in corso Venezia (angolo

Qui ed ora

TERRORISMO NEL VECCHIO MONDO, UN WEEKEND DI FUOCO

Appena iniziato il weekend, le notizie degli attentati in Asia, in Africa e in Europa hanno già fatto presagire un fine settimana di fuoco. Letteralmente. Partiamo dalla Tunisia, che torna

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi