UN GIOVANE NIGERIANO DI 17 ANNI RESIDENTE A CASERTA PERDE LA VITA ANNEGANDO IN PISCINA NELLA VILLA DOVE LAVORAVA

Per guadagnare  aiutava un italiano nei  lavori di potatura all’interno di una villa per cerimonie che era chiusa. Poi – secondo la ricostruzione accertata  dagli investigatori – si è tuffato per un bagno nella piscina della struttura ed è annegato, probabilmente perchè non sapeva nuotare. E’ morto così, a soli 17 anni, un richiedente asilo della Nigeria. L’episodio è accaduto a Caserta nella frazione pedemontana di Casola; lo straniero risultava residente in una struttura per migranti di Curti, sempre nel Casertano. Sul posto sono intervenuti sia Polizia che i  Carabinieri oltre ai primi soccorsi attivati dal 118, e dai primi rilievi  è emerso che si tratta di incidente. E’ stata comunque disposta l’autopsia della salma del giovane.

Previous La Squadra mobile della Questura di Napoli ha fermato un minorenne coinvolto nell'omicidio di Coroglio
Next  Il Meccanismo di protezione civile attivato dall’Unione europea in questi anni finisce in una campagna #EUSavesLives per sensibilizzare l'opinione pubblica sul principio di solidarietà

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

GENTILONI:”NON MI SFUGGONO LE DIFFICOLTA’ E LE PREOCCUPAZIONI CHE POSSONO EMERGERE DAL VOTO TEDESCO. MA CONFIDO CHE MERKEL CONTINUERA’ NEL SUO IMPEGNO EUROPEISTA, INSIEME A FRANCIA, ITALIA ED ALTRI PAESI”

Angela Merkel vince ancora, ma  aumentare saranno le difficoltà per mettere in piedi una coalizione di governo.  Tra i preoccupati c’è anche il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni che dal

ultimissime

IMPEGNO:”Dalla parte di Nicola Oddati. Per un Pd aperto, vivo e utile alla città.”

di Leonardo Impegno* Il PD a Napoli va ricostruito dalle fondamenta. Troppe le sconfitte, troppe le delusioni. Le ultime elezioni amministrative ci consegnano un PD all’11% in città e al

ultimissime

Napoli: l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di una cinquantina di indagati al centro di una inchiesta su di  un traffico internazionale di stupefacenti sarà  inviata dagli inquirenti della Dda ai pm di Salerno

L’ordinanza di custodia cautelare fatta eseguire  nei confronti di una cinquantina di indagati al centro di una inchiesta su di  un traffico internazionale di stupefacenti sarà  inviata dagli inquirenti della

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi