UN NUOVO STUDIO RILEVA L’AUMENTO DI MORTI PER ABUSO DI FENTANIL

Un nuovo studio rileva un aumento del numero di morti a causa dell’abuso di Fentanil in Canada. In UE ed in Italia non risultano statistiche analoghe, ma occorre comunque monitorare la situazione.
Un nuovo studio canadese avverte che l’abuso del Fentanil (noto anche come Fentanil o Fentanile, o con i nomi commerciali Sublimaze, Actiq, Durogesic, Duragesic, Fentanest, Fentora, Onsolis, Instanyl, Abstral e altri), un potente analgesico oppioide sintetico, appartenente alla classe delle fenilpiperidine, – è in aumento nel paese, con una persona che muore ogni tre giorni in Canada a causa dell’utilizzo del farmaco. Fino a poco tempo fa, l’antidolorifico era disponibile solo con la prescrizione di un cerotto, ideato per rilasciare lentamente il farmaco in più di 72 ore. Ma negli ultimi cinque anni, i consumatori di droga hanno scoperto che il narcotico potrebbe essere masticato, fumato, iniettato o comunque consumato tutto in una volta. Matthew Young, un ricercatore senior presso il Canadian Centre on Substance Abuse (CCSA) il Centro studi canadese sull’abuso di sostanze di Ottawa che ha condotto l’indagine scientifica, ha detto che gli utilizzatori di Fentanil hanno poca comprensione di come il farmaco possa essere velenoso. “Il Fentanil è significativamente più tossico dell’ossicodone o altri oppiacei,”, ha detto Young, aggiungendo che molti tossicodipendenti credono erroneamente che stanno prendendo l’ossicodone invece del Fentanil. “È necessaria una quantità minore che possa mettere potenzialmente qualcuno in una situazione di sovradosaggio, e un individuo che non é consapevole di ciò che sta prendendo è in un maggior rischio di overdose.” Dal 2013, le forze dell’ordine e gli operatori sociali hanno appurato un aumento dell’utilizzo della polvere del farmaco nel panorama delle sostanze stupefacenti. La sostanza illecita, che secondo alcune fonti sarebbe in gran parte proveniente dal contrabbando dalla Cina, è più spesso mescolata con altri farmaci come l’eroina e la cocaina o usato per produrre finte pillole di OxyContin. I tossicodipendenti a volte non hanno idea che stanno consumando Fentanyl. L’aumento dei decessi fetanyl correlati nella British Columbia ed in altre regioni canadesi sarebbe legata all’utilizzo della polvere del farmaco, mentre in Ontario la maggior parte dei decessi sarebbero legati ad un abusare della patch di Fentanyl. Lo studio ha rivelato che nel quinquennio 2009- 2014, ci sono state 655 morti in tutto il paese a causa della droga, con la maggior parte dei decessi che si sono verificati tra il 2013 ed il 2014. Il dottor Mark Ujjainwalla, uno specialista sulle dipendenze che gestisce una clinica per il recupero attraverso il trattamento farmacologico ad Ottawa, ha detto che il Fentanil può essere molto coinvolgente ed è in circolazione alle feste delle scuole superiori. “Assistiamo da diverso tempo che molte persone stanno morendo a causa del Fentanil a Ottawa. É un fenomeno ‘sottostimato‘.” Ujjainwalla ha anche aggiunto che il problema è aggravato dalla mancanza di centri di trattamento con metadone nella provincia per aiutare gli utenti a recuperare dalla dipendenza da Fentanil. “Non sappiamo, sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” – se vi siano statistiche in UE ed in Italia circa l’abuso di fetanil ed eventuali decessi. Sta di fatto che l’allarme lanciato da questo studio non può essere sottovalutato neanche nel nostro Paese, data la possibilità per potenziali clienti di acquistare il farmaco anche tramite la rete”.

Previous A MAIORI LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI SAMUELE CIAMBRIELLO
Next PROFUGHI: UN'ARIDA BIANCA STAGIONE

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

INVECE DI ACCOGLIERE I BAMBINI, I NOSTRI GOVERNI LI ABBANDONANO A LORO STESSI. BAMBINI CHE SCAPPANO DA VIOLENZE CHE NESSUNO PUO’ IMMAGINARE

Riceviamo e pubblichiamo (Avaaz.org) In questo momento, ci sono almeno 25mila bambini non accompagnati in cerca di rifugio in Europa. Sono scappati da violenze che nessuno di noi può immaginare,

Approfondimenti

Cirenga e la faccia verosimile di internet

I social network hanno sicuramente influenzato e cambiato il mondo dell’informazione. In Italia è soprattutto Facebook il social più seguito. L’informazione dilaga, i link scorrono come fiumi, e non sempre

Approfondimenti

Grande Progetto Sarno e i Piani di Gestione Rischio Alluvioni: sarebbe tutto da rivedere

Da qualche mese in Regione Campania vige uno strano silenzio sul Grande Progetto Sarno. Intanto ieri il Consiglio di Stato ha accolto l’appello della Regione Campania e ha respinto l’istanza

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi