Un premio per i giovani e la musica al Penisola Sorrentina

Anche quest’anno sarà dedicata a Lino Trezza la sezione “Giovani e musica” del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”. Il riconoscimento di rilievo nazionale guidato da Mario Esposito sta scaldando i motori in vista della serata di gala che avrà luogo al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento il  prossimo 26 ottobre.

Lo scorso anno a ritirare il premio fu la cantante Bianca Atzei. Quest’anno si punta ad un giovane artista, amato dalle giovani generazioni e portatore di un profondo  messaggio sociale attraverso le sue canzoni. La sezione giovani “Lino Trezza” all’interno del prestigioso Premio di rilevanza nazionale è stata ideata, nel 2017, dal produttore Massimo Marramao, che fu anche il manager di Lino, morto nel 2016 in un terribile incidente al Porto di Salerno.

« La sezione dedicata a Lino intende essere, anzitutto, un segno di vicinanza alla moglie Clelia, alla famiglia e ai tanti amici dello spettacolo e non solo.  Inoltre è un riconoscimento che punta a valorizzare i linguaggi giovanili e la passione civile, diffondendo un messaggio di speranza tra i giovaniQuella stessa speranza che animava Lino: un ragazzo umile, semplice. Lavorava ed amava cantare. Portava nel cuore Salerno e ha perduto tragicamente la propria vita al Porto della sua città, di inverno e di eterno, parafrasando il poeta Alfonso Gatto» spiega il patron della manifestazione Mario Esposito.

La nomination 2019 sarà resa nota durante la conferenza stampa nazionale che si svolgerà a Roma a metà ottobre, in cui saranno proclamati i vincitori, per le diverse sezioni, del Premio, giunto alla ventiquattresima edizione ed inserito nel cartello del POC Campania dall’Assessore regionale al Turismo Corrado Matera.

Previous Governo, la Camera concede la fiducia al Conte 2 . Scambio di accuse tra la Lega e il premier, alzata anche una sedia: “Venduto, elezioni”. Replica: “Coerenti solo con le vostre convenienze”
Next Ambiente, D'Amelio, Caruso e Imparato presentano "Puliamo il mondo"

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

CITTA’ DI URBINO: PER UNA SETTIMANA DIVENTERA’ LA CITTA’ DEL LIBRO

Dal 9 all’ 11 giugno, a Urbino si ritroveranno talenti contemporanei, che, nelle strade e nelle piazze, dialogheranno virtualmente con gli artisti e i poeti del passato, Raffaello, Bramante, Barocci,

Cultura

LA SEMANTICA DELLA LIBERTA’ AL TEMPO DELLA BIOETICA

  Mercoledì 3 giugno Sala del Complesso dei SS. Marcellino e Festo (Napoli – Largo San Marcellino, 10) Alle 10 e 15 introduzione Emilia D’Antuono, Università di Napoli Federico II

Cultura

DAVID DI DONATELLO 2018: TANTI PREMI A FILM MADE IN NEAPLES. DE MAGISTRIS: “CI HO CREDUTO SEMPRE ANCHE QUANDO POCHI CI CREDEVANO. ORGOGLIO NAPOLETANO!”

Tanti riconoscimenti sono stati attribuiti ai David di Donatello a film girati o con protagonista la città partenopea o con la firma di artisti tutti made in Napoli. Il David

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi