Una rassegna storica sulla canzone napoletana

Da “O’ sole mio” a “Maria Marì”, da “‘A tazza e cafè” a “Funiculì funiculà”: ritorna la Rassegna Storica della Canzone Napoletana dell’Associazione Musica Libera, un appuntamento fisso della primavera nel capoluogo campano.

Questa rassegna parlerà della storia della canzone napoletana e si concluderà  domenica 3 giugno alle ore 18.00.

La Piccola Orchestra Fantasia Napoletana è una formazione a organico variabile, nata all’interno dell’associazione Musica Libera come conseguenza dell’amore verso il patrimonio della canzone napoletana. Arrangiata dal Maestro Lucio De Feo, è composta da: Valentina Fusaro alla voce; Pietro Rossi alla chitarra; Arianna Onorato al flauto; Alfredo Apuzzo al clarinetto; Luca Maria Liccardi al corno; Lucio De Feo alle percussioni.

Una rassegna storica sulla canzone napoletana

Previous Napoli : Bomba carta esplode davanti un ristorante
Next Napoli; va in scena la  "Tammurriata Stampa"  conferenza stampa della "Festa delle Tammorra 2018" con flash mob e corteo in costume

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Arriva la biblioteca “virtuale” Covid-19 per medici e infermieri: in un click gli studi scelti dal Premio Nobel Ignarro

Un prezioso “filo di Arianna” per orientarsi nelle tante pubblicazioni scientifiche uscite negli ultimi tre mesi su Covid-19 e costruire solide conoscenze su un patogeno del tutto inedito e sconosciuto. E’

Cultura

Teatri Uniti: omaggio alla Rivoluzione d’Ottobre con Andrea Renzi e Tony Laudadio

Teatri Uniti, dal 3 al 5 novembre, in occasione del 100° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre porta in scena FUOCHI A MARE PER VLADIMIR MAJAKOVSKIJ e ŠOSTAKOVIC – il folle santo.

Cultura

MORANDI “VOLA” DI NUOVO IN CLASSIFICA GRAZIE AL GIOVANE ROVAZZI. IL BUON GIANNI E’ UN FENOMENO DA STUDIARE….

Ogni paese che si rispetti ha il suo personaggio nazional-popolare ed a cui si e’ affezionati per diritti di longevita’ professionale, si tramanda da padre in figlio, sono essenzialmente figure

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi