Universiadi: De Luca carica volontari

Sono già duemila i volontari della Protezione Civile che presteranno la loro opera in occasione delle Universiadi di Napoli. Oggi in 400, da vari comuni della Campania, si sono ritrovati all’interno della Mostra d’ Oltremare dove hanno dato vita ad alcune esercitazioni. A loro si è rivolto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Sono qui per responsabilizzarvi – ha esordito -. Una volta che abbiamo accettato la scommessa dobbiamo essere tutti responsabili. Perché a Napoli? Perché abbiamo visto l’ effetto che ha avuto Expo su Milano oltre al fatto che così recuperiamo decine di impianti sportivi e già questo basterebbe”.
De Luca ha ricordato l’ importanza della manifestazione di apertura del 3 luglio al San Paolo: “Quella sera rappresenteremo il Paese intero davanti al mondo e sarà opportuno dare un’ immagine di rigore ed efficienza, l’immagine di un Paese e di una città che non fa ‘ammuina’”. Un’attenzione particolare il governatore l’ha chiesta sulla sicurezza: “E’ un aspetto da non sottovalutare, mi raccomando occhi aperti e grande prudenza”.
Per la Protezione Civile – ha ricordato il governatore – saranno le prove generali di quanto succederà a ottobre con la settimana mondiale della Protezione Civile con simulazioni nell’area vesuviana e in quella flegrea. Al governatore – che ha assistito alle esercitazioni – è stata consegnata dal presidente della federazione taekwondo, Angelo Cito, la cintura nera, riconoscimento più alto nella disciplina olimpica.

Previous CALCIO INTERNAZIONALE, MESSI:"VINCO CON L'ARGENTINA E SMETTO"
Next 2 giugno: Mattarella all'Altare della Patria, poi parata ai Fori Imperiali

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

VALENTE(PD):”Arginare la violenza di genere è una battaglia che questo parlamento sta facendo sin dal suo insediamento.”

Arginare la violenza di genere è una battaglia che questo parlamento sta facendo sin dal suo insediamento. Grazie al lavoro parlamentare che insieme a tante donne, dentro e fuori dal

Qui ed ora

E’ MORTO LO SCRITTORE ALESSANDRO LEOGRANDE

E’ morto a 40 anni lo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande. Della sua scomparsa improvvisa e prematura, il 26 novembre nella sua casa a Roma, ha dato notizia il padre

Qui ed ora

Campania, M5S: Fabbrica dei debiti fuori bilancio, pronto un pacchetto di iniziative

“Chiederemo un Consiglio regionale monotematico affinché il Presidente della Giunta e del Consiglio vengano in aula a riferire sulla gravissima denuncia presentata dal presidente dimissionario del Collegio dei revisori dei

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi