Uomo muore per trapianto di cuore: indagati 18 sanitari per incidente probatorio

Diversi giorni fa è deceduto il 60enne Giuseppe Pellegrino, ucciso da tumore dopo aver ricevuto un cuore appartenente a un paziente deceduto al San Raffaele di Milano. Però questa ipotesi è stata  esclusa dalle autorità sanitarie, che tuttavia vogliono vederci chiaro, Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha assicurato che un’ispezione ministeriale al riguardo.  Il paziente in attesa del trapianto era stato chiamato “mentre era in villeggiatura con alcuni parenti” ed era in attesa di trapianto per problemi cardiaci “talmente gravi che i medici gli avevano dato al massimo un anno di vita”. Secondo quanto riportato da organi di stampa, l’uomo era morto in seguito a un attacco cardiaco. Le autorità sanitarie escludono in modo categorico questa ipotesi. Il San Raffaele si è limitato a far sapere di stare compiendo “verifiche interne per ricostruire l’accaduto”. Per questo motivo Il gip Matteo Grimaldi che ha riaperto le indagini affidandole ad un nuovo sostituto procuratore, dovrà valutare la richiesta d’incidente probatorio avanzata dal pm inquirente. L’incidente si terrà alla presenza di vari consulenti ed esperti nominati dalla Procura mantovana, nei confronti di 18 sanitari tra medici e infermieri, per accertare ulteriori responsabilità.  Sul caso è stata aperta un’inchiesta a Roma, poi trasferita a Milano, perché vi sarebbe il sospetto che il cuore impiantato era malato.

Previous SALERNO: AL GIFFONI VA IN SCENA LA "SAGRA DELLA NOCCIOLA IGP"
Next TRENO RENZI :CONFERENZA PROGRAMMATICA A NAPOLI DAL 27 AL 29 OTTOBRE

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Orsola Apuzzo, domani in Consiglio cerimonia commemorativa con Longobardi e D’Amelio

Domani, giovedì 6 ottobre, alle ore 11, a Napoli, presso la sede del Consiglio regionale della Campania, Centro direzionale, isola F 13, Sala Nassiriya, si terrà la cerimonia commemorativa in

Economia e Welfare

Amazon, in Uk abiti si provano prima dell’acquisto

Arriva nel Regno Unito la possibilità per gli utenti di Amazon di provare i vestiti a casa prima di provarli. L’iniziativa si chiama Prime Wardrobe e permette di provare gratis

Economia e Welfare

Il difensore civico diventa garante del diritto alla salute.Il 26 aprile conferenza stampa con D’Ippolito, Beneduce e D’Amelio

Giovedì 26 aprile, alle ore 12, a Napoli, al Centro direzionale, Isola F13, presso la sala Nassiriya del Consiglio regionale della Campania, si terrà la conferenza stampa per illustrare le

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi