VESUVIO: L’ALLARME DEGLI INCENDI CONTINUA

Ancora fiamme sul Vesuvio, dove arrivano i militari dell’operazione Strade Sicure. È emergenza che non cessa  sul vulcano che domina Napoli, a fuoco da sabato scorso nonostante il massiccio intervento di canadair ed elicotteri, e gli sforzi di vigili del fuoco e Protezione civile. Ettari ed ettari di bosco e vegetazione continuano ad andare in fumo con le fiamme, alimentate dal vento, difficili da domare.Quasi accertata la natura dolosa delle fiamme sul Vesuvio. Tre le procure che indagano: Torre Annunziata, Nola e Napoli. L’ipotesi è di incendio doloso,  a carico di ignoti. Le indagini si potrebbero avvalere anche di immagini girate dall’alto. «Siamo in una fase preliminare, ma tutto fa propendere per la natura dolosa degli incendi» spiega il procuratore reggente di Napoli Nunzio Fragliasso. Tesi confermata anche dai carabinieri: «È una corbelleria pensare alla autocombustione, qui c’è la mano di una o più persone» dice il comandante Regione Forestali Campania, Sergi Capo.

 

Previous ITALIA:AUMENTANO LE ESPORTAZIONI
Next CROLLO A TORRE ANNUNZIATA : I FUNERALI DEGLI OTTO ANGELI . DUE MAXI -SCHERMI PER L'EVENTO

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

IL MINISTRO ORLANDO PER IL SI:”La riforma della Costituzione non risolve certo i problemi dell’Italia, ma Istituzioni che funzionano meglio rendono più semplice la possibilità dei cittadini di vedere raccolte dalla politica bisogni e aspirazioni.”

di Andrea Orlando Il 18 aprile 2012 venne approvata definitivamente la riforma che ha introdotto il principio del pareggio di bilancio nella nostra Carta costituzionale. Il provvedimento fu proposto da

ultimissime

Il Carcere di Secondigliano apre le porte alla cultura

Nella giornata di oggi , alle ore 14:00, presso il Teatro della Casa Circondariale di Secondigliano, per celebrare le festività natalizie ha avuto luogo una giornata speciale dedicata a tutti i

ultimissime

Leopolda, Renzi: ’80 euro alle famiglie con figli’. IdeeItalia, Berlusconi: “Di Maio ha fallito.Un nuovo laeder può essere il generale Gallitelli.”

Matteo Renzi chiude la Leopolda tendendo la mano a nuovi alleati, cui assicura “pari dignità”. “Basta litigare – dice – e basta con il congresso permanente. Siamo una squadra”. Il

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi