VIDEO – Il Pd deve ricostruire la classe dirigente: intervista esclusiva al Ministro Andrea Orlando

Riforma della giustizia, periferia al centro e progetti per una classe dirigente futura: questi gli argomenti affrontati con il Ministro della Giustizia Andrea Orlando durante l’incontro con gli operai dell’azienda Kiton di Arzano, grandissima realtà imprenditoriale della periferia a nord di Napoli.

Nel mostrare il proprio sostegno al candidato sindaco per Arzano Gennaro De Mare, ha evidenziato la necessità – condivisa anche dal segretario Matteo Renzi – di valorizzare la classe dirigente dei nostri comuni.

Riportiamo di seguito in esclusiva l’intervista testuale al Ministro e il contributo video:

Riforma della giustizia, a cosa mira l’Italia?

L’Italia mira ad avere una giustizia più efficiente e rapida, che dia risposte certe ai cittadini e che possa reprimere i reati di più grande allarme sociale. Sono stati fatti passi importanti sul fronte del civile. Con la riforma del penale otteremo risultati anche su questo fronte.

Lei è stato Commissario del Pd Napoli. Dopo la debacle dello scorso anno, per il segretario Renzi la soluzione era il lanciafiamme. Di cosa ha bisogno secondo lei il partito?

Sicuramente della ricostruzione di una classe dirigente. Il lanciafiamme non si è visto. Piuttosto si è vista una situazione lasciata a se stessa. Sarebbe meglio pesare di più le parole e agire con maggiore costanza per cambiare.

Attualmente è molto attivo per queste elezioni amministrative, c’è bisogno di ripartire dai sindaci per migliorare?

Assolutamente, la classe dirigente locale è una risorsa dalla quale non possiamo prescindere.

 

Previous Campania, Viglione,M5S: "Appello di Roberti, dev’essere raccolto dalla politica e dalle istituzioni"
Next Sanità, Ciarambino,M5S: "ASL di Benevento fuori controllo, atto aziendale più volte bocciato. Depositata nostra interrogazione"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

ABORTO IN IRLANDA :TRIONFA LA LEGALIZZAZIONE

Svolta storica per l’Irlanda! Infatti ,è iniziato nella mattinata il conteggio dei voti del referendum sull’aborto , ma già nella scorsa serata , gli exit poll avevano sottolineato  la netta

ultimissime

Ciambriello dal carcere di Poggioreale da i numeri delle persone ristrette che oggi hanno esercitato il Diritto di voto in Campania.

Il Garante dei detenuti della regione Campania Samuele Ciambriello dichiara: “che oggi i detenuti che hanno usufruito della Legge del 23 aprile 1976: la quale permette l’esercizio del diritto di

ultimissime

Juventus, Agnelli: “Deferimento inaccettabile, ci difenderemo”. Procura Figc: “Non impedì rapporti con malavita”.BINDI:”La ‘ndrangheta c’è, non negatelo”

Certo il deferimento di Andrea Agnelli e alcuni dipendenti(o collaboratori) della società Juventus apre uno scenario inqueitante. “Il deferimento che mi è stato notificato poco fa è inaccettabile. Io non

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi