VOMERO, PANICO A VIA CALDIERI: SI TRATTA DI INCENDIO DOLOSO

Nella giornata di ieri si è verificato un’ennessimo incedio nel capoluogo campano. Questa volta ad essere stato colpito è stata una zona del Vomero, più precisamente via Omodeo, che si trova vicino al raccordo dell’uscita della tangenziale di via Caldieri. l’incendio a colpito diverse abitazioni di diverse famiglie come gli stessi rivelano alla polizia “Ho aperto il balcone e ho visto l’inferno Le fiamme arrivavano fino al quarto piano su via Omodeo”. Ma per fortuna l’incendio non ha causato ne vittime ne feriti. Gli stessi abitanti della zona hanno sottolineato, quando il peggio era ormai passato, che i primi ad intervenire sono stati gli agenti della polizia del commissariato Vomero accusando il ritardo dei pompieri come sottolinea un’altro abitante “È dalle 16.30 che è iniziato a bruciare, ma le fiamme erano lontane dai palazzi. È arrivata prima la polizia e dopo i pompieri”. secondo le prime ricostruzioni, fatte sempre dagli abitanti del luogo, pare chiaro: si tratta di incendio appiccato da ignoti per bruciare le sterpaglie per ripulire la vallata dagli insetti.  Quando, intorno alle 19 era tornato la tranquillità, le famiglie  sono rientrate nei propri appartamenti. Una signora fa i conti con la più triste delle fatalità: “Proprio due giorni fa stavamo parlando di chiedere al Comune la manutenzione urgente delle sterpaglia sotto il raccordo della tangenziale“. dopo l’intervento dei Pompieri, È stata quindi disposta la riapertura delle strade e la circolazione è ritornata gradatamente alla normalità. In queste ore sono scattete le prime verifiche per risalire alla causa dell’incendio: Si cercano materiali infiammabili, degli inneschi, qualsiasi elemento utile per risalire all’origine del rogo e capire la propagazione delle fiamme.

Previous NAPOLI , LA STORIA DELLA GROTTA DI SIBILLA : TRA MITI E LEGGENDE !
Next IN AUTUNNO INIZIERANNO I CORSI DI UNA SCUOLA DI RESTAURO NELLA REGGIA DI CASERTA

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

SCOPPIA UNA LITE PER 100 EURO, ED UN OPERAIO UCCIDE A COLPI DI PISTOLA IL PROPRIO DATORE DI LAVORO

Accade che un imprenditore di 55 anni, Nicola Sabatino, è stato ucciso con colpi di pistola a Frignano (Caserta) da un suo dipendente, Vito Recchimurzi, di 51. Stando a una

Qui ed ora

Professor Mario Raffa, candidato al Consiglio Regionale con De Luca: «Per una Campania con dignità bisogna metterci la faccia»

Mario Raffa, professore in Ingegneria Economico-Gestionale all’Università di Napoli, Federico II, ha alle sue spalle una lunga carriera accademica. Lavora al fianco delle piccole imprese innovative, mettendo a loro disposizione,

Qui ed ora

Insieme a Quarto sindaci espulsi da M5S Rosa Capuozzo vede Pizzarotti e Messinese.

Sindaci ex Cinquestelle pronti a fare rete per difendere i valori condivisi. I primi cittadini di Parma, Federico Pizzarotti, di Gela, Domenico Messinese e di Quarto, Rosa Capuozzo, si sono

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi