Vomero: sparita un’altra panchina. E’ la settima

Negli ultimi mesi gli abitanti del Vomero sono alle prese con un vero e proprio mistero, un giallo che riguarda il già precario arredo urbano del popoloso quartiere collinare. In particolare le panchine installate qualche anno addietro lungo le strade del quartiere, segnatamente, nei tratti pedonalizzati.
“ La prima panchina a sparire fu quella all’altezza del civico 147 di via Scarlatti, dove un tempo vi era uno storico fioraio mentre più di recente ha aperto un negozio di golosità, ponendo dinanzi all’esercizio tavolini, sedie ed ombrelloni che coprono anche le tracce della panchina scomparsa – ricorda Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Successivamente ne sono sparite, sempre nell’isola pedonale di via Scarlatti, altre tre, poste rispettivamente all’altezza dei civici 97, 130, e 181. Infine più di recente erano scomparse altre due panchine, una nell’isola pedonale di via Luca Giordano, dove sono ancora in corso gli eterni lavori di riqualificazione, che dovevano terminare il 2 novembre dell’anno scorso ma che invece a distanza di due anni sono ancora in corso e un’altra in via Morghen, all’altezza del civico 53, nei pressi di una fermata dell’ANM  “.
“ Ma evidentemente non è finita qui – puntualizza Capodanno -. Poco prima delle festività natalizie, un’altra panchina, posta in via Luca Giordano, all’altezza del civico 96, dalla sera alla mattina si è ritrovata con uno dei due sostegni in ghisa che supportano lo schienale, peraltro di consistente spessore, spezzato. Una rottura molto simile a quelle che avevano interessato anche alcune delle altre panchine, precedentemente sparite.  Nei giorni seguenti la panchina in questione, per ragioni di sicurezza, era stata transennata. Ma, adesso, è addirittura scomparsa, lasciando solo sulla pavimentazione le tracce dei ferri che l’ancoravano al suolo “.
“ Perché stanno scomparendo le panchine del Vomero – domanda Capodanno -? A chi possono dare fastidio? Come si spiega che poi, una volta che sono scomparse,  non vengano più ripristinate e che, in alcuni casi, dove prima c’erano le panchine si osserva la presenza di arredi, sedie e tavolini, con relativo gazebo, a servizio di qualche esercizio pubblico privato? A che punto sono le indagini, avvalendosi anche delle telecamere per la videosorveglianza, per fare piena luce su quanto sta accadendo all’arredo urbano del Vomero? ”
“ Domande  – prosegue Capodanno – che, nell’occasione, reiteriamo, ma che attendono risposte immediate, che, ci si augura, non vengano ulteriormente differite, facendo calere il silenzio sull’emblematica vicenda. A questo punto, sono ben sette le panchine complessivamente scomparse negli ultimi tempi al Vomero e la cosa potrebbe non finire qui se non si adottano le misure del caso  “.
“ Chiedo – conclude Capodanno -, agli uffici competenti, effettuati gli opportuni accertamenti, per i provvedimenti consequenziali, di ripristinare immediatamente le panchine eliminate, aggiungendone anche altre, anche in risposta  alla forte richiesta di tale tipologia di arredo urbano, che si registra sia nei tratti destinati a isole pedonali sia alle fermate dei mezzi pubblici su gomma Così come ribadisco, ancora una volta la richiesta affinché vengano promosse tutte le opportune e necessarie indagini tese a fare piena luce sul giallo delle panchine scomparse al Vomero  “.

Previous SERIE A , NAPOLI-PALERMO : 1-1 .NON BASTA MERTENS
Next È uscita la raccolta di poesie "BUM! BUM!" di Raffaele Sannino

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

PAPA FRANCESCO:”LA CRISI UMANITARIA IN SIRIA,IRAQ E NEI PAESI LIMITROFI VA BEN OLTRE QUESTI PAESI.”

Papa Francesco ha ricevuto stamane nella Sala Clementina in Vaticano i membri degli organismi caritativi cattolici che operano nel contesto della crisi umanitaria in Siria, Iraq e nei Paesi limitrofi,

Economia e Welfare

A CASTELVENERE, SECONDA EDIZIONE DI “BORGOJAZZ, ASPETTANDO LA FESTA DEL VINO”

Per il secondo anno consecutivo il centro storico di Castelvenere, in provincia di Benevento, e il suo caratteristico teatro all’aperto ospitano la rassegna musicale “Borgojazz. Aspettando la Festa del vino”.

Economia e Welfare

VACCINI, FEDELI: “E’ UN’ESTATE COMPLICATA MA SONO OTTIMISTA. DURANTE IL DIBATTITO SUI VACCINI SI E’ DIFFUSA UNA MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA SULLA LORO IMPORTANZA. SONO PIU’ PREOCCUPATA PER IL CARICO BUROCRATICO”

“No, non credo ci saranno proroghe” per la consegna a scuola della documentazione o autocertificazione di avvenuta vaccinazione dei bambini. Per la scuola dell’infanzia e al nido rimane la data

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi