YouTube monitora il tempo trascorso online

“Abbiamo introdotto nuovi strumenti che aiutano le persone a comprendere meglio il loro utilizzo tecnologico e a concentrarsi su ciò che conta di più e disconnettersi quando necessario. Il nostro obiettivo è fornire una migliore comprensione del tempo trascorso su YouTube”, spiega Brian Marquardt, Director of Product Management.

A partire da oggi, ogni utente può monitorare il tempo che si trascorre sulla piattaforma attraverso un profilo disponibile nel menu del proprio account: monitora quanto tempo è stato impiegato a guardare i video negli ultimi 7 giorni. E si può impostare anche un limite. Nell’ottica di controllare anche le notifiche, altra persecuzione digitale, si può disattivare suono e vibrazione dalle 22 alle 8.

Google non è l’unica azienda tecnologica a promuovere un uso responsabile della tecnologia. Facebook ha elaborato un contatore che ci dice quanto tempo passiamo sul social, una funzione simile è stata messo in campo da Apple per l’iPhone.

Previous ARRESTI DOMICILIARI DEL SINDACO DI RIACE.
Next Il Nobel per la Pace a Nadia Murad e a Denis Mukwege

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

L’INTERNET DELLE COSE MODIFICA IL MODO DI FARE BUSINESS. QUESTA LA SFIDA RACCOLTA DA VODAFONE

Vodafone raccoglie la sfida dell’Internet delle cose (IoT) per il mercato consumer e lancia in Italia, Germania, Spagna e Regno Unito la sua piattaforma dedicata ‘V by Vodafone’ svelata  insieme

Approfondimenti

DIETA MEDITERRANEA RIDUCE IL RISCHIO DEL CANCRO DELL’UTERO

Un importante studio ha stabilito che la dieta mediterranea può ridurre il rischio di cancro dell’utero nelle donne di circa il 57 per cento. La dieta mediterranea è considerata la

Approfondimenti

REGGIA DI CASERTA E BELVEDERE DI SAN LEUCIO: PRIMO ATTO PER UNA GESTIONE UNITARIA

di Beatrice Crisci È il momento che la gestione del patrimonio Unesco casertano, vale a dire la Reggia, il Belvedere di San Leucio e l’Acquedotto Carolino, abbia una visione unitaria.

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi