Amgen in prima linea nella sfida al Coronavirus. Parte la ricerca ai ‘super’ anticorpi dei guariti per cure su misura

Pallottole intelligenti per attaccare in modo diretto e specifico il virus, grazie agli anticorpi prodotti contro SARS-CoV-2 dai pazienti guariti, che hanno nel loro plasma la “chiave” per sconfiggere il virus. Ma il plasma ne contiene una miscela infinita di tipi diversi e in gran quantità, non tutti in grado di inattivare l’infezione,  per questo la plasmaterapia è meno selettiva. Per avere una cura efficace e mirata serve identificare e utilizzare solo i “super” anticorpi, quelli davvero specifici, i soli in grado di difendere l’organismo durante l’invasione del virus. Individuarli e renderli disponibili come primi farmaci su misura anti-Covid-19, è l’obiettivo della partnership appena annunciata fra Amgen, leader nelle biotecnologie, e Adaptive Biotechnologies, azienda con una specifica competenza in immunoterapia. 

Amgen metterà a disposizione la sua esperienza e le sue competenze in immunologia per sviluppare e produrre gli anticorpi contro SARS-CoV-2. Si avvarrà anche del supporto dei test genetici, condotti dalla sua filiale deCODE Genetics, che forniranno le caratteristiche genetiche del virus. Adaptive utilizzerà la propria piattaforma altamente specifica di immuno-medicina, per valutare rapidamente la grande variabilità dei linfociti B, passare al setaccio le decine di migliaia di anticorpi presenti nel plasma dei soggetti guariti, per selezionare quelli che neutralizzano SARS-CoV-2.

Tutto ciò consentirà di individuare uno o più anticorpi totalmente umani e altamente specifici, che potranno diventare farmaci mirati per trattare i pazienti che stanno combattendo Covid-19 o da somministrare a scopo preventivo in soggetti con un alto rischio di esposizione come medici e infermieri. 

 “La nostra storica collaborazione con Adaptive ci dà la possibilità di mobilitare immediatamente e congiuntamente le nostre risorse per contribuire a far fronte alla pandemia di COVID-19. Abbiamo identificato rapidamente le sequenze di geni del virus nei campioni di centinaia di pazienti, ora stiamo utilizzando queste conoscenze per associarle rapidamente alle nostre capacità di sviluppo e produzione di farmaci promettenti”, ha affermato Robert A. Bradway, presidente e amministratore delegato di Amgen.

Siamo impegnati nella ricerca per combattere Covid-19, mettendo in campo la nostra esperienza nella medicina di precisione  dichiara Maria Luce Vegna, Direttore Medico di Amgen Italia – La combinazione delle competenze biotecnologiche e genetiche di Amgen, e di immuno-medicina di Adaptive Biotechnologies accelererà la nostra capacità di sviluppare una nuova terapia. I nostri ricercatori sono già al lavoro per individuare gli anticorpi più adatti e per velocizzare tutte le fasi di Ricerca”.

Previous Buona Ex Domenica
Next La domenica delle Palme e la simbologia dei giorni pasquali

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

SIMONA MOLINARI ,NUOVA MADRINA DEL PREMIO BIANCA D’APONTE

Sarà Simona Molinari la madrina della 14a edizione del Premio Bianca d’Aponte, l’unico concorso in Italia dedicato alla canzone d’autore femminile, che si terrà ad Aversa il 26 e il

Officina delle idee

IL FESTIVAL DELL’ORIENTE A NAPOLI:MOSTRE,CIBO,BENESSERE,CULTURA,SPETTACOLI…

  Finalmente, dopo tanta attesa, è arrivato il Festival dell’Oriente 2016 alla Mostra d’Oltremare di Napoli, una vera e propria celebrazione delle tradizioni dei paesi orientali, che si è svolto

Officina delle idee

LA CATTEDRALE DI CASERTAVECCHIA E’ UNA PERFETTA FUSIONE DI DIVERSI STILI ARCHIETTONICI

La Cattedrale di Casertavecchia, anche nota come Chiesa di San Michele Arcangelo, sorge forse sui resti di una precedente chiesa di origine longobarda, perfetta fusione di diversi stili architettonici, grazie anche ai numerosi rifacimenti

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi