IL PRESIDENTE DE LUCA:”ESPRIMO LA MIA NETTA CONTRARIETA’ AL RINVIO DELL’OBBLIGO DEI VACCINI, CHE RISCHIA DI DETERMINARE UN DANNO ENORME ALLA SALUTE DEI PIU’ FRAGILI.”

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca esprime tutta la sua contrarietà al rinvio dell’obbligo dei vaccini e spiega le iniziative promosse a breve sull’argomento:”Esprimo la netta contrarietà al rinvio dell’obbligo sui #vaccini, che rischia di determinare un danno enorme alla salute dei più fragili, e soprattutto di far arretrare una battaglia che ci ha visti impegnati con determinazione per raggiungere obiettivi di sicurezza per i nostri bambini.

La Regione Campania verificherà la possibilità di norme legislative autonome in relazione alla necessità di mantenere gli obiettivi. Intanto partirà un’ulteriore verifica attenta dell’Anagrafe delle vaccinazioni. Le famiglie inadempienti saranno escluse da misure sociali di sostegno che rientrano nelle competenze della Regione, a cominciare dal contributo per gli asili nido.

Per il resto non arretreremo di un millimetro per mantenere alti i livelli di vaccinazioni in Campania.”

Previous TENNIS, ATP : NADAL GUIDA LA CLASSIFICA
Next ANCORA VIOLENZA SULLA STRISCIA DI GAZA :UN PALESTINESI MORTO E PIU' DI 30 FERITI

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

EAV SALVO.Trasporti, Consiglio approva Legge per debiti fuori bilancio Eav: 590 mln per salvataggio holding

Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D’Amelio,  ha approvato a maggioranza, con il voto contrario del centrodestra e l’astensione del M5S (presenti 38, votanti 38, favorevoli 25, contrari

ultimissime

IL RETTORE D’ALESSANDRO:”HO SEMPRE TENUTO COMPORTAMENTI TRASPARENTI E LEGITTIMI,VOGLIO PRECISARE…”

In merito a quanto riportato stamane da alcuni organi di stampa relativamente ad un indagine della Procura di Napoli nei suoi confronti per concorso in abuso di ufficio il Rettore

ultimissime

Escalation militare in Siria, ucciso il primo soldato turco. Il ministro degli Esteri Di Maio invita lʼEuropa a non accettare i ricatti di Erdogan e ad “agire con una sola voce”

Escalation militare in Siria dopo l’attacco della Turchia. Nelle zone del conflitto, migliaia di persone sono in fuga. Intanto il governo di Ankara fa sapere che è stato ucciso il primo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi