Qui ed ora

MAFIA ROMA: A PROCESSO 34 PERSONE, TRA LORO ANCHE I CAPI CARMINATI E BUZZI

Il gip di Roma, accogliendo la richiesta della Procura, ha disposto il processo con rito immediato per 34 persone coinvolte nella seconda tranche dell’inchiesta su Mafia Capitale. A giudizio, il prossimo 5 novembre, andranno Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, ritenuti i capi del clan, oltre a politici locali e imprenditori. Le accuse vanno dall’associazione per delinquere di stampo mafioso a corruzione, turbativa d’asta, estorsione e usura.

Il giudice ha fissato il processo al prossimo 5 novembre unificandolo all’altro, che coinvolge un’altra trentina di persone, già disposto il 30 maggio scorso. Il procedimento si svolgerà davanti ai giudici della X sezione penale e vedrà alla sbarra in totale 59 persone.

Per il secondo atto dell’inchiesta andranno a processo anche esponenti della politica locale come l’ex capogruppo di Forza Italia al consiglio regionale, Luca Gramazio, e l’ex presidente del Consiglio comunale di Roma, Mirko Coratti del Pd. Rinviati a giudizio anche i consiglieri comunali Massimo Caprari e Giordano Tredicine, l’ex presidente del Municipio X (Ostia) Andrea Tassone, Guido Magrini, nella qualità di Direttore del Dipartimento delle Politiche Sociali della Regione Lazio, l’ex assessore comunale Daniele Ozzimo.

Compariranno davanti ai giudici anche l’imprenditore Daniele Pulcini e i dirigenti della cooperativa “La Cascina”: Francesco Ferrara, Salvatore Menolascina, Carmelo Parabita e Domenico Cammisa.

Potrebbe piacerti...