Economia e Welfare

Petrolio, prezzi in crescita: WTI sale a 78,7 dollari

Prezzi del petrolio in crescita questa mattina sui mercati asiatici dopo il calo registrato la vigilia. Il future febbraio sul WTI sale dello 0,58% a 78,78 dollari al barile, mentre la consegna marzo sul Brent guadagna lo 0,38% a 81,18 dollari.

L’attenzione degli investitori resta concentrata sulla Cina, il più grande importatore di greggio al mondo, mentre si avvicina il Capodanno cinese, un periodo in cui normalmente ci sono molti viaggi interni. Tuttavia, le eventuali restrizioni nel Paese che continua la sua politica anti Covid potrebbero pesare sul consumo di petrolio.

E’ di poche ore fa la notizia che la città di Anyang, nella provincia di Henan, ha avviato oggi il confinamento domiciliare dopo la conferma di 84 casi da sabato, di cui almeno due della temuta variante Omicron. Il blocco di Anyang porta a 20 milioni il totale in Cina dei residenti confinati nelle loro case dopo Xi’an (13 milioni di abitanti) e Yuzhou (1,1 milioni). Pesanti restrizioni ci sono anche a Tianjin, primo focolaio interno di Omicron.

(Fonte Teleborsa)

Potrebbe piacerti...