IL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI ED RUOLO DEGLI OPERATORI DELL’INFORMAZIONE

Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha determinato una vera propria rivoluzione nell’ambito del mondo dell’informazione. Oggi ci si ritrova davanti ad una vera e propria “bulimia informativa”, degli utenti che, difatti, non solo desiderano conoscere            gli aspetti più delicati delle vicende che suscitano l’interesse pubblico ma, soprattutto, desiderano essere posti al corrente il più velocemente possibile gli esiti delle “storie” che gli vengono raccontate.

Esiste un bisogno di raggiungere i colpevoli essenzialmente legato al bisogno sociale di sapere riaffermata la legalità, bisogno che i media sono chiamati ad interpretare seguendo gli ordinari strumenti di accertamento della responsabilità penale. Tali istanze di difesa sociale, infatti, non possono coincidere, in quanto a tempistica, con quelle proprie di un procedimento penale.

Quando è in discussione la responsabilità penale e quindi la libertà delle persone, infatti, esistono imprescindibili esigenze di garanzia dei soggetti coinvolti e, dunque, ogni approssimazione è da ritenersi semplicemente inammissibile. Ecco, dunque, come anche le istanze della informazione devono piegarsi ad un principio inderogabile, ovverosia quello della presunzione di non colpevolezza . Il dato veramente significativo e di cui tener conto, tuttavia, è che si tratta di un principio che non è rivolto – come pure potrebbe apparire – a soli “addetti ai lavori” ma, in un certo senso, a tutti i cittadini ed anche agli operatori del sistema dell’informazione

 

Previous SPESA SANITARIA: MILIONI DI ITALIANI VI RINUNCIANO
Next "IL MARE DI GERUSALEMME": RACCONTI E LAMPI DI INTUIZIONI SUL MONDO

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Il Monogrammista SB, un pittore da identificare

 Una superba natura morta che più morta non si può 1 -Monogrammista SB – Natura morta con sedani, frutta e uccellini con in alto un astore – Savona, collezione Rizzo

Approfondimenti

OLTRE 3800 CASI DI MORBILLO SEGNALATI IN EU/SEE IN UN ANNO

Nell’ottica della tutela della salute e nella costante attività d’informazione per turisti e viaggiatori Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, comunica l’aggiornamento di valutazione rapida del rischio dell’ECDC (Ente

Approfondimenti

WhatsApp amplia le sue funzioni e porta sulla chat le chiamate

WhatsApp amplia le sue funzioni e porta sulla chat le chiamate, sia vocali che video. Gli utenti, potranno avviare una telefonata sulla app e aggiungere contatti fino a un massimo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi