La Cina: ‘Le proteste sono atti di terrorismo. Manifestanti hanno attaccato la polizia in modo violento’

Sale di nuovo la tensione ad Hong Kong dopo l’ennesimo weekend di manifestazioni contro la Cina e violenze tra polizia e manifestanti. Stamani la polizia ha deciso di dispiegare per le strade dell’ex colonia britannica veicoli pesanti equipaggiati con cannoni ad acqua.

Sono almeno 5.000 i manifestanti che hanno occupato l’aeroporto di Hong Kong per protestare contro il governo locale e la Cina. Lo riporta la Cnn. L’atmosfera al momento è rilassata, secondo i giornalisti presenti sul posto, ma le autorità aeroportuali hanno comunque cancellato tutti i voli da e per l’ex colonia britannica lasciando diversi turisti disorientati e senza informazioni.

In un video i mezzi militari cinesi si schierano a Shenzhen  – Un imponente convoglio di mezzi militari cinesi, tra cui blindati corazzati e camion per il trasporto truppe che si dirige verso Shenzhen, la città a ridosso di Hong Kong: è il video di meno di un minuto pubblicato oggi dal Global Times, tabloid del Quotidiano del Popolo (la voce del Partito comunista cinese). La sequenza ha il titolo “la polizia militare (Pap) si raduna a Shenzhen” e mostra decine e decine di mezzi in cammino in convoglio verso la città.

Previous Ambulante presso a sassate da un branco di giovanissimi. Lungomare di Napoli, già scenario di numerosi episodi di violenza
Next Super caldo a Napoli: corsa a condizionatori

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

 Expo 2015: in arrivo dalle 15 alle 30mila prostitute in più

“Per l’Expo del 2015, a Milano sono previste dalle 15 alle 30mila prostitute in più: una sorta di racket che si prepara a invadere la Lombardia di sex workers, con

Economia e Welfare

Dura presa di posizione del Movimento Cinque Stelle contro Vincenzo De Luca

“La vera volgarità, prepotenza, arroganza è quella mostrata dal  presidente De Luca – dichiarano in una nota i consiglieri del M5S – scappato a gambe levate dal confronto con l’aula

Economia e Welfare

Carcere di Santa Maria Capua Vetere: cronaca carenza d’acqua e black out elettrici. Di chi è la colpa?

Il carcere di Santa Maria Capua Vetere  è alle prese con le varie rivolte dei detenuti , irritati dalla mancanza d’acqua e i lunghi black out elettrici che stanno colpendo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi